Omicron 5 il nuovo sintomo che ti prende nel sonno

Gli esperti stanno lanciando un nuovo allarme: ai sintomi generati da Omicron 5 adesso se ne sta aggiungendo uno nuovo che ti prende nel sonno. Ecco di quale si tratta. 

Come abbiamo imparato capire, in base alla variante da cui si viene colpiti è possibile soffrire da alcuni sintomi piuttosto che altri. Nel caso della variante Delta, ad esempio, il sintomo più diffuso era rappresentato dalla perdita di olfatto, mentre nel caso di Omicron 5 il sintomo più frequente è risultato essere un forte raffreddore accompagnato da mal di gola. Gli esperti però stanno mettendo in guardia da un nuovo sintomo che colpisce la notte.

Omicron 5 il nuovo sintomo che ti prende nel sonno

Ciò detto, scopriamo insieme di quale sintomo si tratta e perchè bisogna fare molta attenzione a determinati segnali da parte dell’organismo.

Omicron 5: il nuovo sintomo che non devi sottovalutare

Omicron 5 il nuovo sintomo che ti prende nel sonno

Luke O’Neill, immunologo presso il Trinity College di Dublino, ha voluto mettere in guardia riguardo un nuovo sintomo che potrebbe essere il segnale della presenza di BA.5. In particolare, questo tende a manifestarsi durante al notte e perciò in caso di comparsa non va assolutamente preso sottogamba.

Tale sintomo è rappresentato da un bagno di sudore del tutto anomalo che potrebbe rivelare di essere stati contagiati dall’Omicron 5. In poche parole, l’esperto ha voluto mettere in guardia su una possibile sudorazione notturna che nel caso dovesse manifestarsi deve spingere a contattare immediatamente il proprio medico. A tal proposito, il professore ha fatto sapere che il virus ha subito dei cambiamenti per cui non è assolutamente infrequente che si manifesti in questo modo. Essendo cambiato il virus dunque anche la malattia potrebbe essere differente i sudori notturni ne sono una prova.

Ovviamente, l’esperto ha inteso mettere in guardia le persone a tal proposito ricordando però che coloro che si sono sottoposti alla vaccinazione non vanno incontro al rischio che la malattia possa sfociare in una forma più grave e dunque richiedere il ricovero in ospedale. Alla luce di quanto appena detto è chiaro che coloro che ancora non hanno effettuato neppure una dose del vaccino o ancora non hanno completato il ciclo, è bene che si mettano in regola al più presto per evitare rischi seri per la loro salute.