Bonus asili nido 2022\23 come richiederlo

Arriva il bonus asili nido 2022/23, ecco tutto ciò che dovete sapere, a chi spetta, cosa garantisce e come richiederlo. Tanti vantaggi per tutti.

In questo articolo vi parleremo di come fare per ottenere il bonus per l’asilo nido riguardo l’anno scolastico 2022/2023, cercheremo di spiegarvi come richiederlo e quindi poter usufruire di questo servizio, che oggi risulta essere essenziale nelle famiglie dove lavorano entrambi i genitori.

bonus asilo nido

L’asilo nido riguarda i bambini di età compresa tra 1 e 3 anni e fu istituito proprio per garantire una giusta assistenza alle famiglie e quindi dare la possibilità anche alle donne di poter lavorare. Dunque nasce come sostegno alle famiglie e soprattutto per seguire i più piccoli in un percorso ludico ed educativo, perché i primi anni sono molto importanti per lo sviluppo dei bambini, quindi l’aiuto di professionisti, come le maestre sicuramente può essere d’aiuto.

Come accedere al bonus

Per accedere agli asili nido, i comuni hanno messo a disposizione degli aiuti economici per le famiglie in difficoltà, questo per spronare ad iscrivere i bambini a scuola. In questo caso parleremo del bonus asili nido 2022. Questo bonus che serve a sostenere le spese riguardanti l’asilo nido, è rivolto ai genitori che hanno bambini al massimo di tre anni, compiuti tra gennaio 2022 ed agosto 2022, ne possono beneficiare anche genitori di bambini affidati oppure adottati.

Le domande potranno essere telematicamente sul sito dell’ I.N.P.S. oppure rivolgendosi al proprio patronato di fiducia. La richiesta, va presentata dal genitore che sostiene le spese delle rette scolastiche e dovrà specificare per quali mesi tra gennaio e dicembre 2022 si richiede il bonus e quindi presentare l’attestato do avvenuto pagamento di quelle rette scolastiche per ottenere il contributo.

Chi può richiedere il bonus

Il bonus può essere richiesto anche per un aiuto presso la propria casa ,per chi ha dei figli impossibilitati a frequentare l’asilo nido per problemi di salute. La domanda per il contributo per l’aiuto domiciliare, deve essere presentata dla genitore convivente col figlio e c’è bisogno di un attestato che dichiari l’impossibilità del bambino a frequentare la scuola per quel determinato anno scolastico.

Per chi ha più figli dovrà presentare singola domanda per ognuno di loro. Il sussidio va da 1500 euro a 2500 euro ed ora vediamo come vengono erogati.
Per un isee compreso tra i 25,001 euro ed i 40,000 euro saranno erogato 2500 euro in 11 rate da 227,27 euro ciascuna. Con un isee che supera i 40,000 euro , verranno erogate 11 mensilità da 136,37 euro per un totale di 1,500 euro, la stessa somma verrà erogata per chi al.momento della domanda non è in possesso di un isee valido, quindi andrà incontro alla somma minima di 1,500 euro.