Aumenta il rischio del cancro attraverso il cibo, ecco di cosa si tratta

Aumenta il rischio del cancro attraverso il cibo, ecco di cosa si tratta. Gli esperti mettono in guardia su questo alimento

Il cancro è purtroppo una delle principali cause di morte al mondo. Per avere una prognosi favorevole è indispensabile riuscire a scoprire la malattia il prima possibile per potere intervenire prontamente e riuscire a sconfiggerla, o meglio sarebbe ancora riuscire a prevenirla. Non è facile capire che cosa renda più soggetti al tumore, ma per prevenire il cancro bisogna sicuramente prestare particolare attenzione alla propria dieta. Tra i fattori che aumentano i rischi di sviluppare la malattia secondo numerose ricerche c’è infatti il consumo di determinati alimenti.

aumenta il rischio del cancro, attraverso il cibo ecco di cosa si tratta 13072022 Nonsapeviche

Tra questi ci sono i cibi che contengono nitriti e nitrati, che secondo alcune ricerche, e come confermato anche dall’agenzia francese per la sicurezza sanitaria, sarebbero legati allo sviluppo del cancro del colon retto.  Queste sostanze sono additivi alimentati, che sulle etichette vengono indentificati con le sigle E250, nitrito di sodio, e E252, nitrato di potassio. Assicuratevi dunque di vedere sempre cosa è contenuto nei cibi che finiscono sulle vostre tavole.

Se mangi questi alimenti aumenti il rischio di cancro, ecco cosa devi evitare

aumenta il rischio del cancro, attraverso il cibo ecco di cosa si tratta 13072022 Nonsapeviche

Nitriti e nitrati sono in particolare contenuti nei salumi. Vengono infatti utilizzati per garantire la loro conservazione e per dare alla carne un colore rosato. Non a caso i salumi sono considerati alimenti potenzialmente cancerogeni. Secondo l’agenzia, è stato rilevato un aumento del rischio di cancro alla prostata del 58% se si consumano 0,25 mg di nitrito di sodio al giorno, l’equivalente di due fette di prosciutto. Aumento del 25% anche per il cancro al seno in caso di consumo di 0,36 mg di nitrato di potassio (E252) al giorno.

Queste sostanze però sono contenuti naturalmente anche in alcuni alimenti, come per esempio nella verdura. Si possono trovare in sedano, ravanello, lattuga, spinaci, rucola, bietola, cicoria, finocchio, prezzemolo, scarola, indivia, cavoli, cime di rapa, radicchio, carciofo, patate, carote, cavolfiore. A differenza dei salumi le verdure però sono ricche di vitamine, che aiutano a minimizzare gli effetti di nitriti e nitrati.

Per questo è consigliato consumare le verdure, mentre gli esperti consigliano invece di evitare l’eccessivo consumo di salumi che a lungo andare possono aumentare molto i rischi di gravi patologie, come appunto il cancro al colon. State attenti quindi e limitate il consumo fi questi alimenti.