Cupping o coppettazione: in cosa consiste e perché fa bene, soprattutto agli sportivi

Cos’è il Cupping o coppettazione? Ecco la tecnica che fa bene al corpo usata soprattutto dagli sportivi. Ma in cosa consiste e perché si usa?

Durante i mondiali di Budapest probabilmente chi ha seguito con attenzione, ha notato che su tutto quel tripudio di muscoli, c’erano tante macchie, una sorta di pois scuri che erano sui corpi scolpiti dei grandi nuotatori azzurri. In realtà si tratta si una particolare tecnica chiamata Cupping o in italiano, coppettazione. Pare che questa particolare tecnica sia molto usata soprattutto dagli sportivi e fa molto bene al corpo.

Cupping o coppettazione, la tecnica usata dagli sportivi

Di certo sembra un pó bizzarra questa cosa, eppure pare sia molto usata soprattutto dagli azzurri, ma tantissimi campioni pare che traggono moltissimi benefici da questa speciale tecnica o terapia. Cerchiamo di capirne di più quindi, soprattutto che in cosa consiste e perché fa così bene al corpo.

Che cos’è il Cupping o coppettazione

Questa particolare tecnica pare sia un vero toccasana per il corpo viene praticata usando delle piccole coppette, ingenere di vetro, plastica o gomma. Queste vengono applicate sulla pelle agendo come delle ventose e per fare in modo che aderiscano al corpo, si inserisce all’interno un fiammifero acceso che brucia l’ossigeno, creando vuoto all’interno: da qui l’effetto ventosa.

I benefici del cupping

Questa tecnica é molto usata dalle donne, in quanto serve per eliminare anche la cellulite, grande nemica di noi donne, ma pare che oltre a questi poteri molto efficaci per contrastare l’accumulo di adipe, abbia molti altri benefici. Come prima citato infatti il cupping o coppettazione (termine italiano) pare abbia il potere di giovare sulla diminuzione dei dolori reumatici e muscolari, ecco perché gli sportivi praticano questa miracolosa terapia, in particolare notata sul corpo dei campioni azzurri di nuoto. Inoltre può essere favorevole in caso di traumi subiti a livello muscolare, cambiamenti climatici e patologie, diminuendo la comparsa di reumatismi e dolori diffusi.

Addirittura secondo gli esperti, questa tecnica terapeutica, può giovare le persone che soffrono di emicrania, sciatica, mal di schiena, ansia, depressione, malattie respiratorie e tante altre condizioni morbose. Insomma possiamo dire tranquillamente che é un vero toccasana per il corpo.

Chi non può praticare il cupping

Di solito gli esperti reputano questa terapia molto efficace, ed é considerata non pericolosa nelle persone sane, purché sia praticata da operatori esperti e responsabili. È assolutamente sconsigliata, invece, sulle persone con malattie di qualunque genere e, in particolare, con disturbi cardiocircolatori e malattie o danni della pelle. Per cui é sconsigliato farla in casa e prima di effettuare il trattamento é preferibile effettuare un consulto da parte di un medico.