La toxoplasmosi è piuttosto diffusa non a caso solitamente colpisce circa 1 persona su 3. Alla luce di questo, può rivelarsi utile sapere che c’è un nuovo sintomo che si trova negli occhi. Ecco tutti quello che c’è da sapere.

La toxoplasmosi è una malattia di natura parassitaria che per viene causata da uno specifico parassita appunto conosciuto come Toxoplasma gondii. In genere, quando si contrare la malattia in esame si può andare incontro ad una serie di sintomi tra cui febbre, dolori muscolari, mal di testa e nei casi più gravi convulsioni. Va detto, peraltro che c’è anche un nuovo sintomo che colpisce gli occhi.

La toxoplasmosi colpisce 1 persona su 3: il nuovo sintomo da conoscere è negli occhi

Ciò detto scopriamo nel dettaglio di quale sintomo si tratta in modo tale capire in maniera tempestiva che si è stati infettati dal parassita di cui sopra.

Toxoplasmosi: qual è il nuovo sintomo che non devi sottovalutare

La toxoplasmosi colpisce 1 persona su 3: il nuovo sintomo da conoscere è negli occhi

Il parassita che causa la toxoplasmosi al di là di quello che si pensa è tra i più diffusi al mondo e ad oggi non è stato ancora messo a punto un medicinale capace di eliminarlo dal corpo di un uomo una volta che lo infetta. I dati in possesso, riferiscono che una percentuale molto alta di persone compresa tra il 30 e il 50 per cento, è infetto da Toxoplasma. Come abbiamo accennato poc’anzi tra i sintomi della toxoplasmosi ce n’è uno nuovo che riguarda gli occhi.

Dallo studio intitolato Busselton Healthy Aging Study, è stato appurato che il parassita in questione predilige la retina. Di conseguenza, è in grado di generare infiammazioni e cicatrici in maniera permanente. In tal caso, si avverte un offuscamento della vista e nei casi più gravi una totale perdita della facoltà visiva.

Ciò detto, la diagnosi della di natura oculare è di fondamentale importanza eseguire un esame della retina. A tal proposito, infatti, durante l’esame effettuato da una figura esperta è possibile appurare in maniera piuttosto facile la presenza eventuale di una lesione. Ad ogni modo, una volta accertata di solto la cura consiste nella prescrizione di farmaci di natura antinfiammatori non che antiparassitaria. Ciò detto, è molto importante non sottovalutar ei sintomi e sottoporli all’attenzione del medico tempestivamente per evitare problemi anche molto seri.