E’ in arrivo una novità da parte di Google rivolta a coloro che non parlano le lingue straniere. Ecco di cosa si tratta.

Con questa novità, Google vuole perseguire l’obiettivo di migliorare l’interpretazione del linguaggio consentendo a coloro che non parlano lingue straniere di avere accesso a servizi più efficienti. Oltre a questo, si vuole rendere tutte le operazioni in un processo più naturale, con offerte migliori e maggiormente soddisfacenti.

Google cambia tutto: le novità per chi non parla le lingue straniere

Ciò detto, scopriamo nel dettaglio quali sono le novità a cui si assisterà nei prossimi mesi che preannunciano di cambiare praticamente tutto.

Google: ecco tutte le novità in programma

Google cambia tutto: le novità per chi non parla le lingue straniere

Nello specifico, la prima novità riguarda la previsione di ben 24 lingue di cui si arricchirà Google Translate. Di conseguenza, sarà possibile usufruire di più di 130 lingue tra cui l’Ewe l’Assamese, il Krio e il Dogri. Si tratta dunque di una novità che riguarderò più di 300 milioni di persone con l’obiettivo di proseguire sulla strada di una miglior interpretazione del linguaggio delle persone, comprendendo le interruzioni, gli errori e le altre imperfezioni che in maniera perlopiù inconsapevole caratterizzano il modo di esprimersi di ciascuno.

Oltre a ciò, un’altra novità sarà il potenziamento del sistema di realtà aumentata, Live View. In questo caso, sarà possibile capire la direzione da prendere sul proprio dispositivo direttamente sullo schermo. Si tratta di un miglioramento decisamente molto utile che consentirà di raggiungere la propria destinazione in maniera più intuitiva. Le predette novità come tante altre sono state rese note durante una conferenza dove peraltro è stato annunciato l’inizio di Google I/O.

L’intento nei prossimi mesi dunque sarà quello di migliorare anche le ricerche e le modalità con le quali queste avvengono. In particolare, è stata annunciata la possibilità di operare una combinazione tra la la ricerca tramite immagini con quella testuale. A tal proposito, infatti, pare che più avanti sarà possibile caricare delle foto su Google Lens e ottenere risultati molto più specifici. Ciò detto, non resta che attendere l’avvento di queste novità che promettono di rivoluzionare completamente Google migliorando di gran lunga l’esperienza di utilizzo da parte degli utenti.