Il settore della ristorazione è in crisi nel trovare lavoratori, ma dipende dalla paga? Ecco quanto guadagna uno chef. La risposta ti sorprenderà

Negli ultimi anni sono davvero tante le persone che hanno scoperto la passione per la cucina. Anche grazie ai tanti programmi tv che hanno fatto avvicinare le persone alla passione per i fornelli. A quanto pare però questo non sarebbe bastato. Infatti si continua a rilevare ancora una grave mancanza di personale nel settore della ristorazione. Sia in città che in provincia è diventato sempre più difficile trovare professionisti del settore, con Milano in testa a questa speciale classifica.

Le cause possono essere davvero molteplici. In molti pensano sia da attribuire alla mancanza di spirito di sacrificio delle nuove generazioni, altri invece incolpano il reddito di cittadinanza. Per molti però la vera ragione sarebbe dovuta ai pesanti orari a fronte di salari non sufficientemente remunerativi. Ma è davvero così? Quando guadagna davvero uno chef?

Chef, ecco quanto guadagna chi sta dietro ai fornelli. E’ davvero il motivo della carenza di lavoratori nella ristorazione?

Secondo il contratto collettivo nazionale di lavoro la ristorazione prevede che lo chef venga retribuito minimo tra i 1600 e i 1700 euro per 14 mensilità, a fronte di 40 ore di lavoro settimanali.

Il Corriere della Sera ha interpellato Silvio Moretti, direttore servizi sindacali Fipe, che ha dichiarato «Ovviamente  questi sono valori minimi, la domanda di mercato e le esperienze professionali possono fare alzare notevolmente queste cifre e anche il numero di ore di lavoro può essere differente in alcuni casi».

Prendendo come base di analisi il sito Jobbydoo, uno chef prendererebbe in media 1850 euro al netto (35.500 € lordi all’anno), che supererebbe dunque i valori minimi. C’è da dire però che questo è appunto un valore medio, derivato dai due estremi, i 900 euro che percepisce chi è agli esordi, e i 3550 che invece spettano agli chef più affermati. Gli chef di ristoranti stellati o di resorti di lusso, oltre che di navi di crociera possono arrivaere a superare i seimila euro.

In generale, quindi, chi ha poca esperienza (meno di tre anni di lavoro) guadagna sui 1200 euro, chi ha 4-9 anni di esperienza sale a circa 1700 euro, mentre chi ha esperienza decennale-ventennale arriva a superare i 2000 e i tre3000 mila euro. Il guadagno di uno chef insomma dipende da diversi fattori e dall’esperienza della persona. In alcuni casi però si può arrivare a guadagnare davvero bene