Il gelsomino è una delle piante rampicanti più amate. Ecco come coltivarla e farla fiorire rigogliosamente

Se state cercando una pianta perfetta per decorare l’esterno della vostra abitazione il gelsomino farà davvero al caso vostro. Bellissimo, con i suoi caratteristici fiori bianchi, che emanano un meraviglioso e intenso profumo, il gelsomino è una pianta sempreverde. Avrete quindi la vostra siepe o la vostra parete sempre perfetta.

La pianta rampicante più profumata e candida è il Gelsomino: ecco come coltivarlo a casa

Questo arbusto rampicante della famiglia delle Apocinacee può essere fatto crescere sia in vaso che sul terreno. Cresce davvero in brevissimo tempo. Basterà davvero poco per avere la vostra splendida parete candida.  Ecco alcuni semplicissimi consigli.

Come coltivare il vostro gelsomino e farlo fiorire: alcuni pratici consigli

La pianta rampicante più profumata e candida è il Gelsomino: ecco come coltivarlo a casa

Per avere il vostro perfetto gelsomino il consiglio è quello di piantarlo nel mese di Aprile o di Maggio. La primavera è il periodo ideale per piantare il vostro rampicante. La prima cosa che dovete valutare è ovviamente come volete far crescere il vostro gelsomino.
Se avete in mente una siepe, dovete mettere a terra le piante in buche profonde circa 60-80 cm, che distino almeno un metro l’una dall’altra. Se invece intendete far crescere la vostra pianta in vaso, vi basteranno delle buche di circa 60 cm.

Questa pianta non ha bisogno di terreni particolari, si adatta infatti ad ogni tipo di terreno. Ricordatevi però di legare i rami alla struttura nel periodo iniziale per dare alla pianta la forma desiderata. Tra Aprile e Luglio vedrete la fioritura del vostro gelsomino, che in primavera è particolarmente rigoglioso. Una volta terminate le fioriture, dovrete ripulire la pianta togliendo i fiori ormai appassiti e potere leggermente i rami. Bisogna fare molta attenzione a questo passaggio per evitare di rovinare i rami principali e rovinare la pianta.

Come detto, il gelsomino è una pianta molto semplice da coltivare. Non bisogna dimenticarsi di innaffiare la piante. L’irrigazione deve essere abbondante, ma eseguita solo quando il terreno è asciutto. Orientativamente estate va innaffiato giornalmente, in primavera due-tre volte a settimana circa, mentre in inverno bisogna innaffiare più di rado, evitando che l’acqua geli. 

E’ consigliabile concimare il vostro gelsomino nei periodi precedenti alla fioritura con fertilizzanti liquidi. Nel periodo compreso tra primavera ed estate è possibile concimare ogni 15/20 giorni.

Il gelsomino tollera bene sia il caldo che i freddi invernali, per questo è davvero l’ideale per gli esterni della vostra abitazione.