Il Pap Test può essere un vero salvavita ed è una importante forma di prevenzione. Cosa è e cosa significa quando è positivo

Per contrastare efficacemente l’insorgenza di un tumore è indispensabile scoprire la malattia precocemente, quando la lesione non è ancora estesa ed è possibile arginarla. Capita purtroppo che si sottovalutino i segnali che ci invia il nostro organismo, e quando si scopre di avere una neoplasia maligna la situazione sia già compromessa. Per questo è davvero fondamentale fare un’accurata prevenzione e assicurarsi di effettuare controlli periodici per accertare la salute del nostro organismo.

pap test ecco quando bisogna farlo e perché è necessario

Anche in Italia sono state avviate delle campagne di screening per sensibilizzare alla prevenzione e per eventualmente diagnosticare potenziali rischi o malattie quando ancora sono agli esordi. Uno degli esami consigliati per le donne è il Pap Test.

Pap test, cosa individua e cosa significa quando è positivo

pap test ecco quando bisogna farlo e perché  è  necessario

Il Pap Test è uno screening indirizzato a donne sane, senza alcun sintomo, che da questo esame possono individuare precocemente il tumore al colo dell’utero, prima che questa divenga sintomatica e sfugga di mano, e lesioni preneoplastiche, che precedono di alcuni anni la formazione di cellule tumorali. Grazie a questo test si è avuta una riduzione notevole della mortalità della popolazione femminile. Consente inoltre di individuare infezioni da funghi, batteri e Virus.

L’esame prevede il prelievo di un campione biologico che verrà analizzato al microscopio. E’ offerto gratuitamente dal ministero della salute a tutte le donne tra i 25 e i 20 anni, e sarebbe opportuno farlo ogni tre anni. Dopo i tre anni si opta per il test per il Papilloma virus (HPV-DNA test) da effettuare ogni 5 anni.

Qualora il Pap test sia positivo non è comunque necessario allarmarsi. I motivi possono essere diversi. Può esserci, come dicevamo, un’infezione in corso, o un’infiammazione. In alcuni casi invece la natura dell’alterazione non è chiara, e si deciderà come procedere in base al giudizio del medico, che può richiedere altri accertamenti o consigliare un nuovo Pap test a distanza di sei mesi. Nei casi peggiori, come detto, può essere indice di una lesione pre-tumorale dovuta al virus HPV o di un tumore già in atto. Effettuare il test può essere davvero un salvavita. In ogni caso in caso di Pap test positivo verrà data pronta comunicazione e sarà il medico a prescrivere nuovi analisi e il modo migliore di proseguire.