Sono in molti a chiedersi quali siano gli effetti collaterali della dose booster nei giovane che presentano un’età compresa tra i 12 e i 29 anni. Approfondiamo insieme la questione.

Stando a quanto ci dicono i dati la dose booster porterebbe ad un leggero aumento dei ricoveri nelle persone con età compresa tra i 12 e i 39 anni. In sostanza, si assisterebbe ad una riduzione della protezione contro il virus rispetto a coloro che si sono sottoposti alle due dosi di vaccino.

Dose booster nei più giovani: ha davvero degli effetti collaterali?

A fornire i dati di questo andamento è stato l’Iss, Istituto Superiore di Sanità, e devono indurre ad una attenta riflessione che però non deve indurre a credere che il booster si inutile o finanche dannoso.

Dose booster: ecco cosa dice uno studio

Dose booster nei più giovani: ha davvero degli effetti collaterali?

I dati citati all’inizio dell’articolo possono portare a pensare che la dose booster sia inefficace contro il virus o addirittura presenti delle controindicazioni nella fascia di età compresa tra i 12 e i 39 anni.

In realtà, tali dati devono essere letti alla luce dei diversi fattori che possono determinare un simile andamento. Si tratta, di fatti, di soggetti considerati fragili e duqnue a rischio di ricovero o addirittura morte. I dati peraltro prendono in considerazione i ricoveri che si sono avuti a partire dalla fine di dicembre fino a fine gennaio e i soggetti che hanno completato per primi il ciclo vaccinale con la dose booster.

Di conseguenza, trattandosi di persone che presentano una salute già fragile, il rischio che questi possano essere ospedalizzati nonostante la dose booster è più elevato. In poche parole, essere stati sottoposti alla dose come anche essere ricoverati o addirittura andare incontro alla morte sono fattori che possono coesistere in questo tipo di soggetti. Va detto, peraltro, che i dati citati in questo articolo risultano essere al momento ancora poco chiari dal momento che la stima potrebbe non tener conto delle stime relative ai periodi successivi. In pratica, bisogna attendere ulteriori dati che interessano questa fascia di popolazione.

Per adesso, quindi, non si può affermare con certezza che la dose booster risultati essere addirittura controproducente nei confronti della fascia di età che abbiamo preso in considerazione. Diversi altri studi, di fatti, hanno al contrario confermato la grande efficacia nella protezione contro il covid al di là di quale sia la fascia di appartenenza.

Dose booster nei più giovani: ha davvero degli effetti collaterali?