Maturità 2022, la rivoluzione di Bianchi: ecco quanto vale l’esame finale

Gli studenti che si apprestano alla maturità nel 2022 si chiedono quali siano le novità previste dal Ministro dell’istruzione Bianchi in merito al suo svolgimento nonché ai punteggi. Scopriamo insiemi tutto quello che c’è da sapere.

E’ stata presenta a Camera e Senato la bozza contenente il testo in cui sono previste nuove regole in merito alla maturità 2022.

Maturità 2022, la rivoluzione di Bianchi: ecco quanto vale l'esame finale

Scopriamo insieme tutte le novità che riguardano tutti gli studenti che a giugno 2022 dovranno sostenere l’esame di maturità. Si tratta, di fatti, di un argomento cruciale che interessa migliaia di studenti che si trovano ad affrontare quest’anno l’esame di maturità.

Maturità 2022: ecco cosa cambierà con le nuove disposizioni

Maturità 2022, la rivoluzione di Bianchi: ecco quanto vale l'esame finale

Iniziamo col dire che non ci sarà alcuna novità in merito alla seconda prova scritta che sarà, di fatti, confermata. Questa, tra l’altro, sarà stabilità dai docenti che presentano la titolarità dell’indirizzo e facenti parte della Commissione. Gli insegnanti avanzeranno agli studenti 3 tracce che dovranno essere consegnate a maggio. Durante la seconda prova scritta, dunque, sarà estratta una di queste. Si tratta di una previsione ampiamente accettata a differenza dei nuovi punteggi previsti dal Ministro bianchi.

A tal proposto, saranno attribuiti 50 punti dal terzo al quinto anni mentre saranno previsti alti 50 punti per ciascuna prova sostenuta durante l’esame di maturità 2022 che prenderà avvio il 22 giugno. Nello specifico saranno previsti

  • 15 punti per ciascuno scritto;
  • 20 per l’orale.

Tali novità hanno suscitato le proteste degli studenti che hanno dato vita a manifestazioni sparse in tutta Italia. Il movimento studentesco, di fatti, chiede a gran voce da parte del Ministro un nuovo modo di immaginare la scuola.

Alla luce di questo, a partire dal 18 febbraio fino al 20 partiranno, a Roma, delle riunioni  degli studenti per cercare di costruire un nuovo modello di scuola. Ciò detto non resta che attendere nuovi e ulteriori sviluppi in merito e se il Ministro Bianchi deciderà di accogliere le proteste studentesche prevedendo delle consulte.  Quel che è certo è che a causa della pandemia gli studenti si trovano a vivere una situazione di forte stress emotivo che inevitabilmente va ad influire su un’esperienza che rappresenta una tappa importante nella vita di ciascuno.

Maturità 2022, la rivoluzione di Bianchi: ecco quanto vale l'esame finale