I rischi da Long Covid sono diversi: ecco a cosa devi fare attenzione

I rischi da Long Covid sono diversi: ecco a cosa devi fare attenzione. Le informazioni utili.

Il Long Covid è una sindrome che colpisce le persone che sono state contagiate dal virus Sars-CoV-2 e che, a prescindere dalla gravità della malattia, continuano ad avere i sintomi del Covid anche a distanza di mesi dall’infezione. Anche quando tornano negative al virus queste persone continuano a soffrire di affaticamento, difficoltà respiratorie, mal di testa, senso di oppressione, dolori muscolari, nebbia mentale e assenza o difficoltà nel sentire odori e sapori.

long covid

In un primo momento, i sintomi del Long Covid erano stati sottovalutati e considerati un effetto psicosomatico della malattia, una sorta di autosuggestione degli individui più sensibili. Quando, però, questi sintomi si sono rivelati molto seri, quasi invalidanti, e hanno iniziato a colpire un numero sempre più ampio di persone, si è capito che era un problema da prendere in considerazione.

Si può ritenere il Long Covid una malattia a parte, pur originando dal Coronavirus e dalla mattia Covid. La comunità scientifica ha preso molto seriamente questa sindrome e ha iniziato a studiarla per comprenderne le cause. Il Long Covid, infatti, può colpire sia giovani che anziani, sia uomini che donne, anche se sembrano queste ultime le più esposte. Può soffrire di questa sindrome anche chi ha avuto la malattia originaria in forma lieve.

Ecco cosa bisogna sapere sui fattori di rischio del Long Covid, secondo gli ultimi studi.

I rischi da Long Covid sono diversi: attenzione a questi fattori

long covid

Un recente studio scientifico americano avrebbe individuato i 4 possibili fattori di rischio del Long Covid, la sindrome con sintomi di lunga durata che colpisce diverse persone che hanno contratto il Covid.

Lo studio è stato condotto dai ricercatori dell’Institute for Systems Biology di Seattle che hanno preso in esame un gruppo di 309 pazienti colpiti da Covid, durante l’infezione e dopo la guarigione o negativizzazione.

LEGGI ANCHE: Long Covid, la scoperta: ecco quanto dura secondo la scienza

Dall’analisi della malattia e dello condizioni di salute pregresse dei pazienti, i ricercatori hanno individuato 4 fattori di rischio:

  • un’alta carica virale di Sars-CoV-2 nel soggetto positivo,
  • la presenza di auto-anticorpi del sangue,
  • il diabete di tipo 2 di cui soffre la persona contagiata,
  • il virus Epstein-Barr (responsabile della mononucleosi) latente nel soggetto e riattivato con l’infezione.

Gli studiosi hanno scoperto che i pazienti con queste condizioni cliniche erano maggiormente soggetti ai sintomi di lunga durata tipici del Long Covid.

LEGGI ANCHE: Se hai questi fattori di rischio è probabile che soffrirai di Long Covid

Lo studio è stato pubblicato sula rivista Cell. Serviranno ulteriori approfondimenti per confermare questi fattori di rischio.

long covid