Ecco perché non dovresti mai buttare nel wc questi rifiuti

Fare attenzione a non gettare rifiuti nel gabinetto è una scelta consapevole e civile che rispetta l’ambiente. Sapete quanto anche il più piccolo elemento possa essere inquinante?

Cart, assorbenti, cotton fioc, cerotti: nel wc gettiamo spesso cose di cui non siamo propriamente consapevoli. Quello che non sappiamo è quanto questi rifiuti apparentemente innocui, siano nocivi per l’ambiente in cui andranno a finire con lo scarico. Il viaggio dal bagno al mare è più breve di quello che pensiamo e questi elementi di scarto sono più inquinanti di quanto crediamo.

Bagno
Bagno

Dati alla mano, si calcola in media che il 10% dei rifiuti che si trovano sulle spiagge italiane, sia che si tratti di mari che di laghi, proviene dagli scarichi dei bagni di ognuno di noi. Uno dei motivi di questa invasione di rifiuti sono i sistemi di depurazione inefficienti e inadeguati che minano la sostenibilità dell’ambiente.

Cosa non devi assolutamente gettare nel wc!

[caption id="attachment_43894" align="aligncenter" width="740"]Bagno Bagno[/caption]

Secondo i dati riportati da Legambiente relativi all’indagine Beach Litter condotta tra il 2016 e il 2017 sulle spiagge italiane, il 9% dei rifiuti presenti sono bastoncini cotton fioc impropriamente gettati nello scarico del water: su circa 50 spiagge italiane sono stati rinvenuti quasi 7 mila cotton fioc.

LEGGI ANCHE >>> Invasione di meduse nel Mediterraneo: l’allarme lanciato dalla scienza e le conseguenze per noi

Oltre a questi, però sono molti altri i materiali di scarti ritrovati, che inquinano indecorosamente l’ambiente acquatico. Ci sono, infatti, tutti rifiuti che dovrebbero finire nel relativo cestino dell’immondizia e non in bagno, come blister, tamponi, assorbenti, cerotti, deodoranti per wc, contenitori per le lenti a contatto.

Ogni anno sono 8 milioni le tonnellate di rifiuti che finiscono nei fiumi, nei laghi, nei mari e negli oceani di tutto il mondo, tra questo circa il 90% è prodotto con materiale di plastica. Si tratta di rifiuti che nuocciono gravemente alla flora e alla fauna acquatica, ma che tornano anche sulle nostre tavole in qualità di microplastiche ingerite dai pesci che mangiamo.

LEGGI ANCHE >>> Sapete perché l’olio della frittura non va mai gettato nel lavandino?

Ecco, dunque, gli oggetti che non vanno assolutamente gettati nel wc del bagno, ma negli appositi contenitori per lo smaltimento dei rifiuti: cotton fioc, blister medicinali, tamponi, assorbenti, preservativi, carta assorbente da cucina e fazzoletti, pannolini, salviette umidificate, olio esausto di cottura, mozziconi di sigaretta, dischetti struccanti, sabbia, vernici, polveri, cerotti e materiali medici vari.