Non esiste un livello di anticorpi al covid che possa stabilire una protezione o un esenzione al vaccino

Il Governo ha richiesto una relazione tecnica all’Istituto Superiore di Sanità di mettere a punto una relazione relativa alla possibilità che esista un livello di anticorpi al covid mediante il quale stabilire una protezione dal covid.

L’analisi in questione giunge in seguito alla sollecitazione da parte del Governo in merito ad una questione piuttosto importante che riguarda l’attendibilità o meno dei test eseguiti sul livello di anticorpi al covid.

Non esiste un livello di anticorpi al covid che possa stabilire una protezione o un esenzione al vaccino

Approfondiamo insieme la relazione tecnica elaborata dall’Iss per risolvere tutti i dubbi in merito.

Stabilire livello di anticorpi al covid? Ecco perchè non è possibile considerarli attendibili

Non esiste un livello di anticorpi al covid che possa stabilire una protezione o un esenzione al vaccino

Quanto dichiarato dall’Iss è chiaro: non esiste un test che possa stabilire il livello di anticorpi, di conseguenza, non può essere ritenuto valido il green pass sulla base di questo. Ciò significa che, al momento, i test sierologici messi a disposizione non sono autorizzati a valutare il livello di immunità o di protezione dei pazienti che hanno contratto il covid o anche che si sono sottoposte al ciclo vaccinale completo. Peraltro, non esiste alcun livello di anticorpi che determini la possibilità di affermare con certezza il grado di protezione dal covid come anche la sua durata.

Va detto che, si, è possibile rilevare gli anticorpi tramite un test sierologico, tuttavia, non può essere presa in considerazione ai fini del rilascio della certificazione verde. Non esiste, ad oggi, un livello di anticorpi oltre il quale sia possibile stabilire l’immunità al covi, il grado nonché la sua durata. Alla luce di quanto appena detto, i test sierologici fin ad ora messi a disposizione non possono in alcun modo essere considerati cruciali per quanto riguarda diagnosi o vaccini quanto piuttosto vanno intesi come un utile mezzo mediante cui mettere a punto un processo di ricerca e valutazione della situazione epidemiologica.

Ciò detto, questo è quanto è emerso dalla relazione tecnica fornita dall’Istituto Superiore di Sanità, il cui intervento era stato sollecitato dal Governo Draghi. Questo perchè si è inteso fornire delle valide spiegazioni alla decisione di non rilasciare la certificazione verde in seguito a test volti ad analizzare la quantità di anticorpi al Covid.

Non esiste un livello di anticorpi al covid che possa stabilire una protezione o un esenzione al vaccino