Prevenire le malattie cardiovascolari grazie ad un amico a quattrozampe: la conferma della scienza

Diversi studi scientifici hanno messo in luce che possedere un amico a quattrozampe aiuta a prevenire le malattie cardiovascolari. Approfondiamo l’argomento.

Un amico a quattrozampe può essere davvero benefico per chiunque ne possedesse uno. Diversi studi scientifici, infatti, hanno evidenziato che i possessori di cani o gatti godono di una maggiore prevenzione dalle malattie cardiovascolari.

Prevenire le malattie cardiovascolari grazie ad un amico a quattrozampe: la conferma della scienza

Approfondiamo insieme l’argomento analizzando le varie evidenze scientifiche raccolte al riguardo che confermano ancora una volta l’importanza di accogliere un cane o un gatto nella propria vita.

Possedere un amico a quattrozampe previene le malattie cardiovascolari

Prevenire le malattie cardiovascolari grazie ad un amico a quattrozampe: la conferma della scienza

Coloro che soffrono di ansia e stress possono combattere questi stati che minano la qualità della vita decidendo di avere al proprio fianco un amico a quattrozampe. Stando a quanto ci dice la scienza, di fatti, la compagnia di cani ma anche di gatti è particolarmente indicata nelle persone che tendono a soffrire di forti stati d’ansia. Non solo, Di conseguenza, pare che questi animali siano in grado di contrastare l’insorgere di malattie cardiovascolari nell’uomo. Questa capacità è dovuta al fatto che le persone che ne posseggono uno presentano livelli più alti di ossitocina, un ormone che regola una serie di importanti funzioni come quella, ad esempio, alla base dell’empatia e dell’affettività. Oltre a ciò, è stato registrato un miglioramento della pressione arteriosa.

Per questa ragione, gli esperti consigliano soprattutto alle persone più in là negli anni di adottare un amico a quattrozampe. Questo perchè, portando il cane a passeggio, da un lato, consente di mantenersi in forma, dall’altro, può trasformarsi in un momento per socializzare con le altre persone. Alla luce di quanto appena detto, l’American Heart Association ha deciso di inserire all’interno dell’elenco dei fattori che contribuiscono alla prevenzione delle malattie cardiovascolari, anche il possesso di un amico a quattro zampe.

Si tratta, duqnue, di una decisione che deve far riflettere e spingere molte persone a beneficiare della compagnia di un cane o gatto. Questi animali, di fatti, possono aiutare a sentirsi meno soli come anche a ridurre i livelli di ansia e stress, stati che rappresentano un punto di partenza per l’insorgere di malattie cardiovascolari.

Prevenire le malattie cardiovascolari grazie ad un amico a quattrozampe: la conferma della scienza