Presunto covid, anche prima di essere certi iniziate con l’antinfiammatorio, lo dice l’esperto

In questi anni di pandemia è stato molto difficile trovare un farmaco efficace contro il virus. A tal proposito, si è voluto esprimere il professor Remuzzi direttore dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri.

Molte persone si chiedono quale sia il modo per intervenire tempestivamente contro il covid a casa. In poche parole, ci si chiede quali sono i farmaci che risulterebbero essere particolarmente efficaci contro l’avanzare dell’infezione causata dal virus.

Presunto covid, anche prima di essere certi iniziate con l'antinfiammatorio, lo dice l'esperto

Mentre, infatti, è stato messo a punto un vaccino in tempi davvero molto brevi, non è successo lo stesso per il farmaco. Ciò detto scopriamo insieme qual è il trattamento a casa più efficace secondo l’esperto.

Presunto covid: ecco quali farmaci assumere prima ancora del tampone positivo

Presunto covid, anche prima di essere certi iniziate con l'antinfiammatorio, lo dice l'esperto

Il protocollo stabilito dal Ministero della Salute nella lotta al coronavirus prevede l’assunzione di tachipirina e un’attenta valutazione controllo dei sintomi. Molti esperti, tra cui il professor Remuzzi si sono dichiarati contrari a queste modalità di trattamento della malattia. Molti sostengono, di fatti, che la tachipirina sia in realtà inefficace contro l’infezione e che finisca per favorire l’avanzata dell’infezione. Senza contare, poi, che poi la valutazione e il controllo dei sintomi finisca per far perdere tempo prezioso che potrebbe essere utilizzato, invece, per limitare i danni provocati dal virus in questione.

Remuzzi in particolare sostiene che sia necessario intervenire fin da subito con l’utilizzo di antinfiammatori, anche prima del tampone positivo. Diversi studi scientifici hanno messo in luce la particolare efficacia di questi farmaci contro la malattia. In particolare, il direttore dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri ha spiegato che lui e il suo team sono soliti utilizzare nimesulide e ibuprofene. Nel caso di pazienti allergici ai primi due farmaci, un’alternativa valida è rappresentata dall’aspirina. Diversi altri studi, peraltro, hanno evidenziato l’efficaci contro il covid anche dell’indometacina, farmaco antinfiammatorio.

Alla luce di quanto appena detto, è chiaro che il trattamento a casa necessità sempre e comunque del parere del proprio medico in modo tale da stabilire il trattamento più adatto al proprio caso specifico. Di conseguenza, è severamente sconsigliata qualsiasi cura fai da te se si vuole evitare di andare incontro a problemi anche seri di salute.

Presunto covid, anche prima di essere certi iniziate con l'antinfiammatorio, lo dice l'esperto