Lavorare in smart-working ha sia pregi che difetti. Chi lavora da casa è molto più rilassato, ma si rischia così di consumare più energia elettrica: ecco cosa potete fare!

Con l’avvento del virus Covid-19 e la chiusura totale dell’intera regione agli inizi del 2020, molte persone che all’inizio lavoravano in ufficio o che comunque svolgevano un lavoro fisico, si sono ritrovati a svolgere lavoro da casa perchè impossibilitati a muoversi e uscire.

lavora da casa

Anche molti servizi pubblici hanno smetto di funzionare correttamente come le scuole che anche loro hanno attuato didattica a distanza, insomma tutto si è fermato con la pandemia. Ovviamente le persone hanno continuato a lavorare ma da casa.

E così è entrato in gioco lo smart-working, ovviamente ha i suoi pro e i suoi contro e tutte le persone che si trovavano in passato a lavorare in edifici chiusi ora possono comunque operare ma dal divano di casa.

LEGGI ANCHE: Lo smart working prevede lo stesso stipendio se lavori da casa, ma bisogna prima avere un accordo

Consigli utili per chi lavora da casa e consumare meno energia elettrica!

lavora da casa

Per smart-working si intende lavoro rapido da casa. Infatti questa opzione ormai ha preso piede da un paio di anni ed è appoggiata da moltissime aziende, liberi professionisti, manager, impiegati o professionisti.
È importante però fare molta attenzione alla bolletta che sale. Visto che in un ufficio la bolletta non la pagate voi! Ma a casa vostra si, rischiando di dover pagare il doppio e quindi in quel caso lo stipendio andrebbe via in bolletta. Non riuscendo più ad inquadrare i conti e le mille spese da affrontare.
Quando si parla di consumi in bollette si intende il computer sempre accesso, tenere sotto carica il cellulare spesso e volentieri a causa dell’uso eccessivo, le illuminazioni, i riscaldamenti e molto altro ancora. L’ideale sarebbe quello di limitare al massimo le spese.

Magari acquistando un carica batterie portatile da caricare la sera prima di andare a letto. Visto che come molti sanno utilizzare l’energia elettrica di notte permette di consumare meno energia e non ritrovarsi poi brutte sorprese a fine mese.

Cercate un posto della casa molto luminoso evitando così di dover tenere accesa per ore la luce, oppure di utilizzare lampadine a Led a basso consumo energetico. Evitate di tenere sempre accesso anche laptop e computer fissi quando non si usano. Staccate anche tutte le spine della casa dei vari elettrodomestici che non utilizzate come stampanti, phon, carica batterie e molto altro ancora.

LEGGI ANCHE: Smartworking: la dimostrazione che a casa si lavora di più

lavora da casa