Ecco quale altra frutta secca non deve mai mancare sulle nostre tavole nei giorni delle feste natalizie. Scopriamo le sue proprietà.

Frutta secca per Natale

Quando si pensa a cosa mangiare nei giorni delle feste natalizie, che iniziano per molti già ai primi di dicembre e finiscono il 6 gennaio, si mette sempre nella lista della spesa la frutta secca.

Se abbiamo fatto un giro nei supermercati, grandi o piccoli che siano, abbiamo di sicuro notato i numerosi banchetti allestiti di tutto punto con vari tipi di frutta secca. Perfetti per intrattenerci durante i pomeriggi/serate di giochi mangiando qualcosina.

La frutta secca perfetta per Natale: le arachidi

Frutta secca per Natale

Ogni Regioni ha le sue tradizioni, a Napoli, ma un poco in tutta la Campania, la frutta secca che accompagna la fine dei cenoni, mentre si sparecchia e si prepara la tavola per giocare, si chiama “lo spasso”. Un mix di noci, mandorle, fichi secchi, datteri e chi più ne ha più ne metta.


LEGGI ANCHE: Frutta secca: cos’è e qual è la tipologia più calorica!


Piacciono un poco a tutti grandi e piccini e sono un must del periodo delle feste; un poco come il pandoro o il panettone.

Quest’anno al vostro mix aggiungete anche le arachidi tostate e salate per dare quel tocco in più. Diverse da quelle al naturale, quelle ancora con il guscio, in quanto hanno un sapore in più.

Vengono anche chiamate noccioline americane usate anche per ottenere l’olio di semi perfetto per le fritture.

Si trovano in tutti i supermercati in ogni formato e sono molto saporite. Possiamo consumarle tale e quali oppure impiegarle nella preparazione di pietanze dolci o salate. Possiamo anche preparare il burro di arachidi. La famosa crema spalmabile americana che tanto piace. Oppure prepariamo dei biscotti con le arachidi ed il cioccolato o con altra frutta secca.


LEGGI ANCHE: La frutta secca fa bene davvero? Ecco la verità


Facciamo attenzione solo se qualcuno fosse allergico e ricordiamoci che hanno un elevato contenuto energetico. Quindi consumiamole, ma con moderazione e se seguiamo una dieta rigida chiediamo consiglio al nostro medico.

Frutta secca per Natale