La farina Manitoba e quella 00 sono due ingredienti fondamentali che si prestano a tantissime preparazioni: ma conoscete la differenza tra l’una e l’altra?

Differenze farina

La farina è l’ingrediente base per tantissimi manicaretti: dai dolci ai salati è davvero indispensabile! Tuttavia, in pochi sanno che ci sono molte tipologie di questo prodotto e ognuna è adatta per una preparazione diversa.

Le più conosciute sono la Manitoba e la farina 00: ma conoscete le differenze tra le due? Non sono la stessa cosa ma servono per diversi generi di impasti.

Manitoba o 00: le differenze tra le tipologie di farina

Differenze farina

La farina di Manitoba è una tipologia che proviene dagli Stati Uniti d’America: è di grano tenero e, con precisione, un particolare tipo di grano che proviene dall’omonima regione americana. 


LEGGI ANCHE: Farina di riso: come conservarla correttamente


Questa è una farina piuttosto forte in grado di trattenere meglio le bolle di gas che si sprigionano durante la lievitazione. La presenza del glutine, infatti, la rende più elastica e quindi meno soggetta alla creazione di lacerazioni all’interno dell’impasto.

Questa tipologia, quindi, risulta essere particolarmente indicata per tutte quelle preparazioni che richiedono lunghissime ore di lievitazione: un esempio sono le colombe pasquali, i panettoni o i croissant.

Come utilizzare al meglio la 00

Per quanto riguarda le caratteristiche della farina 00, è indispensabile precisare che questa è la tipologia più raffinata che esista. Essa è ottenuta dalla parte più interna del grano e quindi priva delle sue parti più nutrienti.


LEGGI ANCHE: Pasta, pane e farina, prezzi alle stelle: cosa sta succedendo


La sua grana è davvero molto sottile e il suo colore è un bianco davvero intenso.

Inoltre, è comunemente utilizzata per la pasticceria in quanto è più facilmente lavorabile: per questo stesso motivo è adatta anche per la pasta all’uovo e le sfoglie.

Differenze farina