Riscaldamento a pavimento: i benefici e il funzionamento. Tutto quello che bisogna sapere.

Sempre più persone scelgono metodi alternativi ai classici termosifoni per riscaldare la casa in inverno. Di cui vi abbiamo già parlato in parte. Uno di questi è il riscaldamento a pavimento, che consiste in tubazioni o conduttori elettrici posizionati appunto sotto il pavimento.

riscaldamento a pavimento

Questo sistema di riscaldamento è molto pratico per due ragioni: in primo luogo consente un notevole risparmio di spazio in casa, evitando l’ingombro dei termosifoni, in secondo luogo con i conduttori posti sotto tutta la larghezza del pavimento consente di riscaldare una stanza in modo più uniforme.

Un altro vantaggio non di poco conto è il risparmio sulla bolletta del gas. Scopriamo insieme cos’è e come funziona il riscaldamento a pavimento.

Riscaldamento a pavimento: i benefici e il funzionamento

riscaldamento a pavimento

Avere le stanze di casa libere dai radiatori, con molto spazio guadagnato, è un vantaggio importante. Potete ottenerlo con un impianto di riscaldamento a pavimento, con le tubature dell’acqua calda o i conduttori elettrici sotto la lastre del pavimento.

Oltre allo spazio guadagnato, il più grande vantaggio è avere la casa scaldata in modo uniforme e soprattutto una parte maggiore rispetto al termosifone classico. I radiatori, infatti, emanano calore che è più intenso nella zona a loro vicina e meno nelle parti della stanza più lontana.

I conduttori del riscaldamento a pavimento, invece, ricoprono l’intera superficie delle stanze e così il calore sale dal basso in modo uniforme. Insomma, questo sistema scalda di più e meglio. In questo modo, consente di risparmiare sul consumo di gas, fino al 25%, proprio grazie al modo uniforme di scaldare gli ambienti e al fatto di funzionare bene anche con il termostato a temperatura più bassa.

Un altro vantaggio molto piacevole, poi, è quello di avere i pavimenti caldi, con la possibilità di camminarci scalzi anche durante la stagione fredda.

Uno dei pochi svantaggi, invece, è che questo sistema di riscaldamento ci impiega un po’ ad avviarsi, rispetto ai termosifoni. Inoltre, la spesa per installarlo non è irrilevante. Spendere un po’ di più, tuttavia, vi porterà benefici a lungo termine.

Il riscaldamento a pavimento è anche ecologico, perché riduce le emissioni di CO2.

Gli impianti

L’impianto di riscaldamento a pagamento può essere di due tipi:

  • elettrico, o a secco, che usa cavi sotto la superficie ed è collegato alla rete elettrica;
  • ad acqua, o umido, con tubi in cui scorre l’acqua proveniente da una caldaia.

L’impianto elettrico può essere a filo sciolto, a stuoia e a tappetino di lamina. L’uso dei vari tipi dipende dal materiale del pavimento e dalla sua forma. L’impianto ad acqua, invece, ha tubi collegati a un sistema di riscaldamento centralizzato, con una rete di tubi dove viene pompata l’acqua.

Il pavimento sopra l’impianto di riscaldamento può essere di vari materiali, il migliore tuttavia è il parquet in legno, conduttore di calore.

LEGGI ANCHE: TERMOSIFONI PERICOLOSI SE UTILIZZATI MALE

riscaldamento a pavimento