Il bullismo è un argomento molto serie, che ha portato varie volte a conseguenze drammatiche. Ecco cosa succede ad un’insegnante che ignora il problema, anche se ne è consapevole.

Il bullismo è uno dei problemi più presenti e difficili nelle scuole, sia italiane che estere. Purtroppo è un male difficile da debellare, se non ci si impegna a sensibilizzare l’argomento non solo in classe ma anche a casa.

Le fasce di ragazzi e ragazze bullizzati sono proprio quelle più deboli e sensibili, spesso discriminate ed isolate dal resto del gruppo. Purtroppo però, in molte situazioni, il bullismo ha portato a gravissime e drammatiche conseguenze, soprattutto adesso che, il bullismo riesce ad uscire anche dalla scuola, continuando online sui social.

Torino: compagni di classe smascherano il bullo

bullismo

Nel 2015, in una scuola media di Torino, molti alunni sono riusciti a smascherare un proprio compagno di classe tramite un tema scolastico. Infatti il tema del testo era l’uguaglianza, argomento che ha portato molti bambini della classe a denunciare le ingiustizie perpetrate verso un loro compagno affetto da encefalomalacia.

Nel testo si legge chiaramente: ogni giorno il bullo gli sputava addosso, sulle sue cose, lo umiliava e lo insultava, sotto gli occhi di tutti, che non dicevano nulla. Questo è un dato sconcertante, poiché dichiara che gli insegnanti non opponevano resistenza a questo triste comportamento, lasciando carta bianca al bullo, che poteva agire senza temere ripercussioni.

Addirittura, il bullo girava per l’istituto in cerca del ragazzo disabile, sotto gli occhi degli insegnanti, che pur sapendo cosa volesse fare, non dicevano nulla. I ragazzi hanno infatti indicato nel testo, che gli insegnanti erano a conoscenza dei fatti, ma non se ne interessavano, erano assenti o sempre al cellulare. Purtroppo questo genere di avvenimenti non capita solamente nella scuola media di Torino. Se gli insegnanti sono i primi ad ignorare le ingiustizie, i bambini ne risultano doppiamente vittime.

Bullismo ed insegnanti: cosa si rischia

bullismo

Questo triste avvenimento però, è utile per capire quanto sia importante prevenire, sensibilizzare e agire in merito al bullismo. Inoltre grazie a questi fatti, ora sappiamo quanto rischia un insegnante che fa finta di non vedere questi atteggiamenti violenti e discriminatori, essendo del tutto complici del bullo.

Il pubblico ministero ha infatti chiesto una condanna per i professori coinvolti di 1 anno e 6 mesi. L’insegnante di sostegno ha voluto patteggiare, in modo di ottenere un solo anno di reclusione in carcere. Mentre alcuni insegnanti, come quello di potenziamento, hanno deciso di andare a processo.

Purtroppo il bullismo è sempre più presente nella vita dei nostri figli, sia nelle scuole elementari che alle medie e superiori. Purtroppo molti bambini per varie motivazioni, decidono di non parlarne, ma i segnali ci sono. Per cui istaurando un dialogo sincero e informandosi e sensibilizzando l’argomento, avvenimenti come questi potrebbero non presentarsi.

bullismo