L’anemia è una delle malattie del sangue più diffuse nel mondo. Se sei anemico o non sai di esserlo, basta solo conoscere le nozioni basi e mangiare determinati cibi per averla sotto controllo!

L’anemia è dovuta dalla riduzione di emoglobina, cioè che il sangue il sangue fa molta fatica a trasportare ossigeno nei vari tessuti e organi necessari.

In parole povere l’anemia consiste nella carenza di globuli rossi e questa condizione provoca vari sintomi:

  • la stanchezza;
  • irritabilità;
  • pallore, debolezza di unghie delle mani piedi e caduta dei capelli;
  • tachicardia e respiro affannoso;
  • vertigini e dolori al petto.

In natura esistono vari tipi di anemia: esiste quella emorragica (perdita eccessiva di globuli rossi), quella cronica, ereditaria, falciforme o emolitica (eccessivi globuli rossi).

Inoltre se sei anemico le cause possono essere molteplici come carenze di ferro, acido folico, vitamina, problemi mestruali, patologie che provocano insufficienze o sangue occulto nelle feci dovuto a problemi intestinali.

LEGGI ANCHE:  Carenza di ferro: le cause e i sintomi più comuni

Quali cibi mangiare quando sei anemico e quali valori bisogna tenere sotto controllo?

anemico

Innanzitutto se non sei sicuro di essere anemico, puoi recarti dal tuo medico curante così che ti prescriva un emocromo completo e una serie d’esami in modo da capire di che tipo è, quali sono le cause e che terapia attuare.

I valori di riferimento da tenere conto sono i seguenti:

  • Donne: sotto i 12 g/dl;
  • Uomini: inferiori ai 13 g/dl;
  • Bambini: alla sua nascita il valore dovrà oscillare tra i 13 e i 24 g/dl, durante il suo primo anno invece tra i 10 e i 20 g/dl, mentre i primi 2 mesi dovrà essere tra i 10 e i 18 g/dl. Nei suoi 6 mesi di vita invece fra i 9 e i 14 g/dl, fino ai 2 anni da 10 a 13 g/dl e infine fra i 6 anni e i 12 dovrà oscillare fra gli 11,5 e 15,5 g/dl.

L’alimentazione gioca un ruolo fondamentale, in modo da incrementare l’apporto di ferro del sangue adeguato. Una volta che viene diagnosticato il tipo di anemia è possibile recarsi da un nutrizionista in modo da consigliarvi i giusti cibi da magiare.

In generale se sei anemico si consigliano alimenti di origine animale come carni rosse, bianche magre e pesce azzurro. Frutta secca o fresca come le arance visto che sono ricche di vitamina C. Altri cibi utili sono i cerali, i legumi e le verdure come broccoli, lattuga, spinaci e carote.

Da non dimenticare anche i latticini come un bicchiere di latte la mattina o un vasetto di yogurt e qualche uova. Infine si sconsiglia l’eccessiva assunzione di caffeina, teina e bevande gassate.

LEGGI ANCHE:  Carenza di ferro nel sangue: tutto quello che c’è da sapere

anemico