Molte persone possono incontrare qualche difficoltà a distinguere i moscardini dai polpi. Scopriamo insieme quali aspetti considerare per riuscire a distinguerli.

Quando ci si reca al mercato, o semplicemente al ristorante, spesso può capitare che non si riesca a distinguere un polpo da un moscardino e ciò può essere molto frustrante.

Scopriamo insieme quali sono gli aspetti da considerare per non sbagliare più.

Distinguere i moscardini dai polpi: ecco come fare

Prima di svelarvi quali sono gli aspetti da considerare per riuscire a distinguerli, iniziamo col dire che in entrambi i casi si tratta di molluschi cefalopodi.

Di conseguenza, non è infrequente confondersi quando li acquistiamo o quando siamo al ristorante. Tuttavia, ci sono dei fattori che aiutano a distinguerli senza sbagliare.

In primis, il costo di questi due molluschi è molto diverso. Nel caso dei moscardini, infatti, è molto più basso mentre quello dei polpi è decisamente più elevato. Questo perchè le loro carni sono molto pregiate e, di conseguenza, ne fanno aumentare il prezzo. Solitamente, viene venduto ad un minimo di 9 euro fino ad arrivare a13 euro. Per quanto riguarda i moscardini, invece, il costo si aggira intorno ai 6 euro al chilo.

Differenze difficili: come si distinguono i moscardini dai polipi

Per quanto riguarda le proprietà nutrizionali, sono molto simili dal momento che in entrambi i casi si hanno:

  • basso apporto calorico;
  • buona digeribilità;
  • elevata concentrazione di lipidi.

Dal punto di vista della morfologia, infine, il moscardino presenta dimensioni più piccole e la testa ha una forma più ovale con occhi ben visibili e sporgenti.

In riferimento ai tentacoli, si tratta dell’aspetto che li rende maggiormente distinguibili. Nel caso dei moscardini, infatti, è possibile notare un’unica fila di ventose sui tentacoli. Nel caso del polpo, invece, per ciascun tentacolo si distinguono due file di ventose che partono percorrono tutto l’arto, dall’inizio alla fine.

Detto ciò, seguendo questi preziosi consigli d’ora in poi non avrete più alcuna difficoltà a distinguerli.

Differenze difficili: come si distinguono i moscardini dai polipi