Miope o astigmatico, questi disturbi della vista sono molto diversi tra di loro: ecco come distinguere i due e in cosa si differenziano.

Che tu sia miope o astigmatico puoi essere certo: hai un disturbi refrattivo della vista. Tali disturbi, infatti, portano chi ne soffre a vederci di meno o ad avere una visione leggermente distorta. Per questo motivo, nella stragarande maggioranza dei casi, si rendono necessari gli occhiali da vista: utili, in questo caso, per correggere il difetto visivo.

Tuttavia c’è una grande differenza tra la miopia e l’astigmatismo: impariamo a conoscerle per poterle, poi, distinguere.

Miope o astigmatico: c’è una grande differenza tra questi due disturbi

Miopia astigmatismo

I soggetti che soffrono di miopia vedono male e in modo sfocato le immagini che si trovano in lontananza: questo a causa di una maggiore lunghezza del bulbo oculare. Al contratio, invece, essi hanno una visione nitida degli oggetti che si trovano a distanza ravvicinata.


LEGGI ANCHE: Oculista, ottico, optometrista, ortottista: tutti gli esperti di salute degli occhi


Questo disturbo di solito insorge in tenera età, ma con molta più probabilità può verificarsi all’inizio dell’era puberale nelle donne: è, infatti, collegato allo sviluppo. Negli uomini, invece, può presentarsi intorno ai 9 anni e galoppare fino ai 21.

Ma in generale non c’è una regola: può continuare ad avanzare anche di una diottria ogni tanto durante le altre fasi della vita, per questo motivo è sempre bene sottoporsi a controlli periodici.

Questo disturbo viene diviso in quattro categorie in base alla sua entità: parliamo di miopia lieve quando a mancare sono fino a 4 diottrie; diventa poi media fino alle 8 per finire poi in patologica in età avanzata quando a mancare sono fino a 31 diottrie!

L’astigmatismo

Al contrario della miopia, l’astigmatismo è un disturbo visivo dipendente della lunghezza assiale. In parole povere, insorge quando la differenza tra i due diametri principali della cornea sono superiori a mezza diottria.


LEGGI ANCHE: Cataratta: quali sono i sintomi e come si cura


Per questo motivo, una persona astigmatica non riesce ad avere una visione nitida nè da vicino nè da lontano. Molte volte, inoltre, esso si verifica in combinazione con la miopia: quando diventa superiore a 4 diottrie non permette la completa visione dei 10/10.

Anche in questo caso la correzione migliore è quella degli occhiali da vista: da utilizzare solo all’occorrenza in caso di un solo e leggerissimo astigmatismo.

Miopia astigmatismo