I motivi per cui la lavastoviglie non scarica l’acqua possono essere molteplici: possono essere risolti a casa con un buon tutorial preso da internet, oppure, in casi molto più complessi, bisogna chiamare un tecnico specializzato.

Grazie a questi paragrafi potrete risolvere il problema. Spesso può capitare che la lavastoviglie smetti di funzionare senza motivo, dando l’impressione che la colpa sia, il mancato carico dell’acqua. Qualche guasto potrà darvi l’impressione che derivi da lì, ma a volte capita che ci sia un ingorgo di calcare nei tubi, l’intasamento del dosatore di rigenerazione o perché non carica troppa acqua. Nei prossimi paragrafi vedremo come capire l’origine del malfunzionamento. Basta porre molte attenzione!

LEGGI ANCHE: Come usare la lavastoviglie per risparmiare energia: i consigli più utili

Come accorgersi che la lavastoviglie non carica l’acqua?

Griglia.

Come ogni elettrodomestico, la lavastoviglie è un dispositivo costoso da preservare, molto utilizzato nelle famiglie numerose, in quanto permette di avere piatti e bicchieri sempre puliti e splendenti senza sforzo.

Nel corso degli anni, si sa che questo dispositivo potrà andare incontro a una serie di malfunzionamenti, alcuni prevedibili e risolvibili in minor tempo possibile e a basso costo, altri molto più complessi e costosi. Senza lo scarico dell’ acqua avremo l’immediato stop del ciclo di lavaggio. Un problema diffuso e quindi è importante capire come individuare la causa e come risolvere la situazione.

Accorgersi di un guasto è abbastanza semplice, la lavastoviglie si avvia mediante l’impostazione del programma di lavaggio. Quando si fa avviare la lavastoviglie, si attiva la pompa di scarico per qualche secondo e dovreste sentire l’acqua scorrere.

Se il suono viene a mancare, vuol dire che in quel caso la pompa di scarico non stara facendo un buon lavoro e se la vostra lavastoviglie è un modello abbastanza recente, potrete notare il problema mediante una spia rossa che vi apparirà sul display o tramite l’emissione di un segnale acustico.

Altre cause e ciò che si deve sapere!

Mobili.

Le cause e i motivi di queso fenomeno possono essere molteplici come:

  • Rubinetto chiuso: una delle cause maggiori è quella di aver dimenticato di aprire il rubinetto che porta l’acqua alla lavastoviglie.
  • Tubo rotto o intasato: se il rubinetto dell’acqua è aperto ma non carica l’acqua, il motivo potrebbe essere un problema al tubo: ad esempio, potrebbe esserci una strozzatura o una perdita, che causa una riduzione della pressione dell’acqua e ne impedisce l’arrivo all’interno dell’ elettrodomestico.
  • Elettrovalvola ostruita: l’elettrovalvola posta all’inizio del tubo, è una valvola elettrica che permette alla lavastoviglie di caricare la quantità di acqua. Se l’elettrovalvola è ostruita, può impedirne il passaggio.
  • Attivazione del sistema antiallagamento: all’interno delle lavastoviglie è presente questo sistema, dotato di galleggiante. Se si verifica una perdita, perché la guarnizione è usurata, può entrare in funzione e impedire all’elettrodomestico di prendere acqua. Questa valvola anti-allagamento prende il nome AquaStop.
  • Pompa di scarico difettosa: se non scarica l’acqua o non si attiva all’inizio del lavaggio, non potrà caricare acqua. Questo problema può essere causato anche da un intasamento dello scarico a parete.
  • Sportello difettoso: potrebbe non caricare acqua anche a causa di un difetto del sistema di bloccaggio dello sportello che, se non funzionante , impedisce l’avvio del lavaggio.
  • Scheda elettronica: un guasto della scheda elettronica potrebbe essere la causa per cui la lavastoviglie non carica l’acqua.

LEGGI ANCHE: Lavastoviglie: cosa non si può lavare nella macchina

Quando bisogna chiamare un tecnico per la lavastoviglie?

E’ possibile che con un pizzico di fortuna possiate risolvere il problema da soli, senza dover spendere soldi, ma a volte un tecnico è la soluzione che fa al caso vostro:

  • l’elettrovalvola non riceve corrente elettrica;
  • il pressostato non funziona come dovrebbe (il sensore che regola la presenza del liquido all’interno dell’elettrodomestico);
  • il sistema antiallagamento è bloccato;
  • dopo la pulizia dello scarico a parete, la pompa della lavastoviglie stessa continua a non funzionare;
  • il meccanismo di chiusura dello sportello è difettoso;
  • la scheda elettronica è malfatta o poco funzionante.

La maggior parte dei problemi citati qui sopra, sono dovuti alla poca cura che si ha verso questo elettrodomestico, ma grazie a una buona manutenzione periodica potrete dire basta a questi fastidiosissimi imprevisti. Vi potrete aiutare con prodotti che prevengono l’insorgenza del calcare, verificando la durezza dell’acqua, eliminando i residui di grasso nei filtri o zone invisibili, utilizzando il sale nella vaschetta dell’addolcitore oppure effettuare lavaggi a vuoto periodicamente con prodotti specifici.

Perdita d'acqua.