Conoscere le nozioni basilari di primo soccorso è fondamentale: ecco come comportarsi in caso di avvelenamento, intervenire tempestivamente è importantissimo!

Conoscere qualche nozione base di primo soccorso è di fondamentale importanza in alcuni casi: questo perchè intervenire tempestivamente può essere di grade aiuto nel salvare la vita altrui.

Uno dei casi in cui l’intervento tempestivo è indispensabile è proprio l’avvelenamento: esso è dovuto all’ingestione di sostanze nocive e tossiche per il corpo. Scopriamo come bisogna comportarsi in questo caso.

Avvelenamento: i sintomi e come comportarsi

Avvelenamento

L’avvelenamento si manifesta attraverso l’ingestione, volontaria o meno, di sostanze tossiche o nocive. Può avvenire attraverso l’ingestione di farmaci, di alimenti dannosi oppure di sostanze chimiche come i detersivi.


LEGGI ANCHE: Braccialetti anti zanzare: cosa sono e i rischi


I sintomi di questa intossicazione si manifestano, dal momento dell’ingestione fino alle 48 ore successive e comprendono: nausea, crampi, dolori addominali e vomito. Ovviamente, una diagnosi è molto difficile specie quando tale fenomeno è dovuto all’ingestione di cibo.

Ma come comportarsi in presenza di sintomi?

Quali sono i comportamenti per agire tempestivamente

In caso di avvelenamento o di sospetti la prima cosa da fare è chiamare tempestivamente un Centro antiveleni o il Pronto Soccorso: sintomi e conseguenze possono variare in base al tipo di intossicazione, per questo è sempre fondamentale il consulto di un medico.


LEGGI ANCHE: Punture di vespe: sintomi, rimedi e accorgimenti contro questi insetti


Importante è, inoltre, conoscere la sostanza o le sostanze ingerite in modo da poter aiutare chi di dovere in una più tempestiva diagnosi. Addirittura, qualora l’intossicazione fosse da materiale chimico, sarà bene portare con sè il flacone.

Ricordate, infine, che è importantissimo che il paziente non ingerisca nulla prima dell’arrivo del personale medico, neanche un goccio d’acqua!

Avvelenamento