sedia rotta come ripararla

Sedia rotta: come ripararla, i consigli pratici. Cosa bisogna sapere.

Quando una sedia in casa si rompe, la prima soluzione è quella di gettarla via, se è molto danneggiata e soprattutto vecchia. Tuttavia, se si tratta di un oggetto a cui si è affezionati o di valore e se è ancora recuperabile, possiamo provare ad aggiustarla.

Le sedie di pregio e di antiquariato le porteremo a riparare da un restauratore professionista. Quelle di minor valore ma a cui siamo legati, possiamo provare a ripararle noi. Seguendo alcuni consigli pratici. Ecco quali.

LEGGI ANCHE: COME RIVESTIRE UNA SEDIA, I CONSIGLI PRATICI E FACILI

Sedia rotta: come ripararla, i consigli pratici

sedia rotta come ripararla

Come riparare una sedia rotta dipenderà dal tipo di danno che ha subito. Se si sono scollate alcune parti in legno basterà incollarle di nuovo con un prodotto specifico. Se il danno riguarda alcuni elementi decorativi, si può provare a ripararli o al limite sostituirli. Ecco come procedere a seconda del tipo di lesione.

La riparazione più facile è quella della sedia scollata. Si tratta di un guasto molto comune nelle sedie di legno. In questo caso è sufficiente procurarsi una buona colla per il legno, che si trova nei negozi specializzati come le ferramenta e i negozi del fai date, quindi procedere ad incollare i pezzi. Se la vostra sedia è in legno grezzo potrebbe essere necessario passare della carta vetrata per lisciare la superficie. In ogni caso pulite sempre bene le parti prima di incollarle.

Più facili da incollare sono le gambe della sedia, mentre dovrete prestare qualche attenzione in più al piano di seduta e allo schienale. Se avete dubbi fatevi aiutare da un falegname.

Se invece, la parte rotta riguarda la seduta, che ad esempio si è sfondata, dovete metterci un po’ più di impegno. In questo caso dovrete sostituire il pezzo per intero e se il danno strutturale è più ampio anche le traverse di sostegno. Se la vostra sedia è in legno liscio e si è rotta o sfondata la seduta, che non è più utilizzabile, potreste cambiarla con una imbottita con cuscino o con una in paglia. Quando si tratta di una sedia leggera e fragile, cambiare o rinforzare la traverse si sostegno è fondamentale.

Invece, se il danno riguarda solo l’imbottitura o il cuscino è sufficiente cambiarli. Con il passare del tempo va cambiata la spugna dell’imbottitura o sostituita la stoffa di rivestimento. Se si tratta di una sedia d’epoca, la stoffa va restaurata, se è solo sfibrata ed è possibile recuperarla.

La stessa cosa vale per lo schienale rotto. Se il problema è l’usura dell’imbottitura, basta cambiarla o restaurarla. Se invece lo schienale è spezzato o gravemente lesionato, va sostituito. In caso di semplice sedia di legno, potete applicare uno schienale con imbottitura.

Elementi decorativi

Quando il danno alla sedia riguarda solo elementi decorativi e non strutturali, ripararli o sostituirli è più facile e sicuramente più divertente. Se la vostra sedia non è ‘epoca e non ha uno stile particolare, potete sostituire le decorazioni con alcune completamente nuove. Dai pomelli, alle frange, alla passamaneria, potete sbizzarrirvi nel creare soluzioni originali.

Se la vostra sedia è in legno semplice, senza particolari decorazioni potete dipingerla di un colore allegro e vivace, rinnovandola completamente.

LEGGI ANCHE: COME RIPARARE UN VETRO ROTTO, I CONSIGLI UTILI

sedia rotta come ripararla