La pulizia delle orecchie è fondamentale per evitare infezioni e fastidiosi tappi di cerume. Scopriamo insieme come eseguire una corretta pulizia delle orecchie.

La pulizia delle orecchie è una buona pratica di igiene quotidiana che, tuttavia, richiede una esecuzione impeccabile per evitare di danneggiare un organo molto delicato del nostro corpo.

Di seguito, vi sveliamo tutti i passaggi per effettuare una pulizia dell’orecchio senza rischi.

Pulizia orecchie: 3 metodi per eseguirla

Iniziamo col dire che, il cerume è una sostanza che si forma all’interno del padiglione auricolare fondamentale nella protezione dell’apparato uditivo in quanto lo mantiene lubrificato e lo difende dagli attacchi esterni.

Tuttavia, se presente in eccesso va rimosso poiché le conseguenze possono essere:

  • acufeni;
  • mal di orecchie;
  • vertigini;
  • otiti.

Per evitare questi accumuli è importante eseguire la pulizia delle orecchie giornalmente. Per effettuarla è sconsigliato l’uso dei cotton fioc in quanto hanno il difetto di spingere il cerume verso la membrana del timpano, causandone anche potenziali lesioni.

Pulizia orecchie: 3 metodi efficaci e senza rischi

Più indicato, invece, è il lavaggio con il semplice getto di acqua calda che favorisce lo scioglimento del cerume. Successivamente, le orecchie dovranno essere asciugate accuratamente per scongiurare ristagni.

In caso di tappi di cerume, tuttavia, è importante intervenire in maniera leggermente più decisa.

Il lavaggio può essere eseguito attraverso l’uso di una siringa apposita da 100 ml.

Questa andrà riempita con dell’acqua tiepida e acqua ossigenata e introdotta nel canale uditivo, eseguendo le irrigazioni attraverso un beccuccio apposito.

Dopo è consigliato inclinare il capo nella parte opposta in modo tale da favorire la fuoriuscita del liquido in eccesso. Successivamente, bisognerà asciugare con cura.

Un altro metodo è quello di eseguire la pulizia con gocce emollienti a base di olii essenziali, glicerina e altri elementi.

Queste dovranno essere applicate direttamente nel canale auricolare una o due volte al giorno 1per circa una settimana. Una volta che il cerume si sarà ammorbidito rimuovetelo con dell’acqua calda.

In commercio, infine, si trovano numerosi prodotti a spray da vaporizzare direttamente nell’organo uditivo per sciogliere le formazioni ceruminose. Si tratta di una opzione particolarmente indicata nei bambini poiché delicato e poco invasivo, tuttavia, è poco incisiva in caso di tappi di cerume.

Ad ogni modo, nel caso in cui i tappi di cerume non dovessero sciogliere il consiglio è di rivolgersi a un medico che provvederà a rimuovere gli eventuali tappi di cerume.

Pulizia orecchie: 3 metodi efficaci e senza rischi