E’ stato approvato il decreto che prevede un mutuo agevolato per i giovani sotto i 36 anni che intendono acquistare la loro prima casa.

Il D.lg 73/2021 prevede che i giovani che non hanno ancora compiuto i 36 anni posano accedere al Fondo di garanzia sui mutui per la prima casa ottenendo dalla banca un prestito per un importo pari all’80% del prezzo della casa. Ecco come richiederlo.

Mutuo agevolato per i giovani: ecco chi ne può fare richiesta

[caption id="attachment_13651" align="alignnone" width="740"]Agevolazione prima casa Mutuo agevolato per gli under 36: le novità del decreto[/caption]

Dal 24 giugno al 30 giugno chi ha meno di 36 anni, un Isee che non va oltre i 40mila euro annui ed anche se non ha un contratto di lavoro a tempo indeterminato può far richiesta per l’agevolazione. La misura serve per aiutare quel target di persone che hanno difficoltà a trovare un lavoro stabile e difficilmente riescono a comprare casa lasciando quella d’origine.

Con il decreto Sostegni bis si prevede che vengano azzerate le imposte di registro, quelle ipotecarie e catastali. Si dovrà pagare l’imposta di bollo, le tasse ipotecarie ed i tributi speciali catastali, per chi compra da un privato e sia per chi compra da una ditta.

Inoltre, non si pagheranno l’imposta sostitutiva e le imposte di registro, ipotecaria e di bollo.


LEGGI ANCHE: Ecobonus 110 % e Cessione del credito: ristrutturare casa a zero spese


Caratteristiche del beneficiario

Per richiedere l’agevolazione, come detto si devono avere meno di 36 anni ed un Isee inferiore ai 40mila euro, ma anche:

  • non si devono avere altri immobili ricevuto in precedenza con tale bonus;
  • non si devono avere altri immobili nel Comune di quella di acquistare;
  • se ci sono due acquirenti, non si fa la somma dei loro Isee, ma ognuno deve essere inferiore ai 40mila euro;
  • sempre se ci sono due acquirenti, ma solo uno ne ha i requisiti, il beneficio si applica alla sola parte di valore imponibile riferibile all’acquirente dotato dei requisiti richiesti.

LEGGI ANCHE: Noleggio auto: come risparmiare in vacanza


L’esenzione interessa gli atti di compravendita di immobili stipulati dall’entrata in vigore del decreto, e quindi dal 26 maggio, al 30 giugno del 2022.

Per quest’anno la dote del Fondo di garanzia per la prima casa è di 290 milione, mentre nel 2022 sono già previsti 250 milioni di euro.

[caption id="attachment_13652" align="alignnone" width="740"]Agevolazione prima casa Mutuo agevolato per gli under 36: le novità del decreto[/caption]