come utilizzare il latte scaduto
scopriamo insieme come utilizzare il latte scaduto in cucina e non solo

Quasi tutti gli alimenti hanno dei giorni di scadenza da rispettare che ne garantiscono uso e qualità. Scopriamo, nel caso del latte scaduto, come fare.

Il latte è uno degli alimenti più consumati e utilizzato tantissimo. Ma cosa succede se scade prima di averlo consumato? Come possiamo utilizzarlo?

In questo articolo vi sveliamo come capire se è ancora buono e poi come utilizzarlo per non buttarlo inutilmente.

Per prima cosa assicuratevi che abbia un buon odore e al colore si presenti bene,

Poi bollite il latte scaduto per qualche secondo, se non crea grumi potete riutilizzarlo.

Come utilizzare il latte scaduto

come usare il latte scaduto

Con il latte in cucina potrete fare :

  • Besciamella 
  • Latte fritto
  • Crema pasticciera
  • Ricotta

Per la pelle, il latte ha delle applicazioni utili.

Ad esempio, in cosmesi è perfetto come scrub naturale e garantisce una pelle levigata e luminosa, se lo volete utilizzare come scrub potete evitare di bollirlo.

La ricetta per questo tipo di applicazione è:

  • Scrub delicato al latte: mescolate 2 cucchiaini di bicarbonato con circa 6 di latte e avrete una pastella densa. Poi applicatela con il viso, tenetela su per qualche minuto, e risciacquate con acqua tiepida.

Un’altra applicazione è quella di utilizzarla come fertilizzante.

Il latte scaduto può essere utilizzato come fertilizzante perché è ricco di vitamine e la sua parte grassa contribuisce a nutrire naturalmente il terreno. Dovete diluirne un bicchiere annaffiatoio da due litri e procedete con l’annaffiatura.

Adesso, dopo queste applicazioni, vogliamo darvi la ricetta del latte fritto, che è un modo, per l’appunto, per non sprecare il latte.

Il latte fritto si ottiene mescolando 100g di zucchero, 50 gr di farina e 4 tazzine di latte con una noce di burro.

Versate in un pentolino e fate cuocere a fuoco lento finché l’impasto si rapprende. A questo punto trasferitelo in un piatto fondo e lasciate che si raffreddi. Attendete che si rassodi.

Poi, dovete tagliare l’impasto a cubetti e passateli nella farina.

Quindi, prendete tutto e passatelo nell’uovo. Poi fateli friggere in una padella con del burro caldo e serviteli spolverizzati di zucchero a velo.

Dentro sarà morbido e cremoso.

Infine, potrete creare anche la ricotta fatta in casa. E’ semplicissimo.

Vi serviranno 1 litro di latte, e il succo di mezzo limone.

Dopodiché mettete a scaldare il latte sul fuoco e appena sarà caldo a 45° toglietelo dal fuoco, versate il succo di limone e mescolate e coprite con un coperchio- per circa 10 minuti.


LEGGI ANCHE: Fornelli incrostati: come pulirli in modo efficace


Trascorso il tempo, con un mestolo con i fori, tagliate la cagliata e trasferite la ricotta in uno stampo con i fori, facendo sgocciolare il siero prima.

Ecco che avrete pronta nello stampo la vostra ricotta.

Tenete in frigo coperta per un’ora circa e poi consumatela nel giro di 3 giorni, tenendola sempre in frigo.

latte

Seguiteci per altri consigli.