ananas

L’ananas è il frutto tropicale “dorato”, succoso e dissetante, ricco di numerose proprietà nutrizionali. Scopriamole insieme.

L’ananas è il frutto di una specie appartenente alla famiglia delle Bromeliaceae, originaria dell’America Centrale e che oggi è diffusa anche nel Sud Est Pacifico, in Asia, in Africa e in Europa.

Il nome deriva dal modo in cui lo chiamavano gli indi dei Caraibi: anana.

LEGGI ANCHE: PELLE A BUCCIA D’ARANCIA: CAUSE E RIMEDI UTILI

Il frutto tropicale dorato: l’ananas

ananas su pianta

Il frutto in realtà è un’infruttescenza composto da diverse bacche, con polpa carnosa di colore giallo e una scorza marrone composta da diverse placchette, che cresce dal centro delle foglie riunite in rosette. Dalla rosetta escono i fiori e da ogni fiore nasce un frutto.

Il frutto è ottimo per la dieta perché contiene pochissime calorie: solo 40 ogni 100 g.

Si tratta di un frutto prezioso perché ricco di minerali e vitamine.

Proprietà nutrizionali

L’ananas è particolarmente ricco di carboidrati, per il 95% e da proteine.

Entrando nel dettaglio, 100 g di frutto commestibile contengono:

  • circa 86% di acqua
  • 10% di zucchero
  • 1 % di fibre.

Parlando invece di vitamine e minerali, l’ananas è molto ricco soprattutto di vitamina C, di potassio, calcio, fosforo e sodio.

LEGGI ANCHE: ANANAS, I 5 TRUCCHI PER SCEGLIERE QUELLO MATURO

La bromelina e i benefici dell’ananas

Il gambo contiene una specialità: la bromelina conosciuta ed apprezzata per le sue capacità antinfiammatorie e antiossidanti, ottima quindi contro i radicali liberi. La bromelina favorisce inoltre la riduzione della stasi venosa. Essa è infatti ingrediente di farmaci topici per trattare ferite e lesioni.

Per queste proprietà l’ananas viene consigliato per trattare:

  • infiammazioni
  • edemi
  • ematomi
  • traumi muscolari e articolari
  • insufficienza venosa
  • cellulite.

Il gambo dell’ananas viene inoltre consigliato in caso di ritenzione idrica per l’azione diuretica.

Infine la pianta ha anche un’azione digestiva, per la presenza di particolari enzimi.

Controindicazioni: l’ananas fa molto bene ma non è per tutti, ad esempio se si soffre di ulcera o se si usano anticoagulanti. Va inoltre valutato il consumo in caso di problemi ai reni e in gravidanza

Curiosità: anche le foglie vengono sfruttate per ricavarne una fibra utilizzata per realizzare tessuti e corde.

ananas a pezzi