pesce fresco congelarlo

Pesce fresco: come congelarlo, le indicazioni utili e pratiche. Cosa bisogna sapere.

Il pesce è un alimento che si consuma molto in estate e con l’avvicinarci di questa stagione tenderemo a consumarlo di più, al ristorante come a casa. Naturalmente, il pesce migliore è quello fresco, da acquistare appena pescato in pescheria o direttamente nei porti, poco dopo l’arrivo dei pescherecci.

Una volta acquistato, il pesce fresco va consumato subito oppure può essere congelato. Ecco cosa dovete sapere e come farlo al meglio.

LEGGI ANCHE: COME SFILETTARE CORRETTAMENTE UN PESCE CRUDO

Pesce fresco: come congelarlo, le indicazioni utili

pesce fresco congelarlo

Quando acquistiamo pesce fresco dobbiamo consumarlo subito. Anche perché il pesce è buono appena pescato. Se invece non possiamo o non vogliamo mangiarlo il giorno stesso dell’acquisto possiamo conservarlo nel frigorifero per uno, massimo due giorni. In genere è consigliabile non superare le 48 ore. Inoltre, prima di riporlo in frigorifero, il pesce andrebbe lavato e pulito, togliendo le interiora.

Se, invece, il pesce fresco è stato cotto ma non è stato consumato tutto, possiamo riporlo in contenitori di plastica e conservarlo in frigorifero per tre o quattro giorni. Meglio comunque consumarlo il prima possibile, si consiglia il giorno seguente.

Se, invece, pensiamo di non consumarlo per un periodo più lungo, allora possiamo congelarlo. In questo caso avremo molto più tempo per consumarlo. L’importante, però, è non dimenticarlo dentro il congelatore!

Come congelare il pesce fresco

Prima di riporre il pesce fresco nel congelatore dobbiamo pulirlo e lavarlo bene. Vanno rimosse tutte le interiora e poi il pesce va passato sotto l’acqua corrente. Va poi rimossa l’acqua in eccesso, tamponandolo con un panno pulito che non perda pelucchi. Quindi va riposto nei sacchetti per il cibo da congelatore, cercando di far uscire quanta più aria possibile e poi chiudere bene. Infine riponetelo nel congelatore o nel freezer del vostro frigorifero.

Il congelamento casalingo, avviene di solito a -18° C, una temperatura che permette al pesce di conservarsi bene e a lungo, mantenendo le sue proprietà. Il pesce congelato in casa può conservarsi per alcuni mesi. La durata cambia a seconda del tipo di pesce. I pesci magri, come il merluzzo e la sogliola, si mantengono più a lungo, anche fino a 6 mesi. Mentre i pesci grassi, come il salmone e il tonno, vanno consumati entro 3 mesi.

In ogni caso, consigliamo di non far passare troppo tempo al pesce nel congelatore ma di consumarlo entro qualche settimana o un mese.

Come scongelare il pesce

Quando volete consumare il pesce congelato, il consiglio è quello di scongelarlo non a temperatura ambiente ma passarlo dal freezer al frigorifero. In questo caso, il processo di scongelamento durerà molto più a lungo ma il pesce conserverà meglio le sue proprietà e sarà più igienico. Un altro metodo di scongelamento è quello di usare il forno a microonde, che solitamente ha uno specifico programma.

Una volta scongelato, il pesce non va mai e poi mai ricongelato. Perché è pericoloso per la salute. Infatti, nel processo di scongelamento riattiva la carica batterica del pesce, con il naturale deperimento e mettendolo di nuovo nel congelatore si conservano anche batteri  molto pericolosi per la salute, che la cottura non sempre elimina.

Questo perché il congelamento casalingo non elimina tutti i batteri, come invece fa l’abbattitore, a temperature che devono essere almeno di -80° C.

Il pesce scongelato e cotto se non consumato può essere riposto in frigo per qualche giorno, come il pesce fresco cotto. È preferibile, comunque, consumarlo subito.

Pesce surgelato

Invece, il pesce surgelato è quello industriale. La surgelazione avviene con appositi macchinari e consiste nel portare in breve tempo gli alimenti a temperature dai -18° C fino a  -30°  e -50° C. In questo modo si creano dei microcristalli di ghiaccio che non alterano la struttura del pesce come il congelamento (che indurisce gli alimenti).

LEGGI ANCHE: COME ELIMINARE L’ODORE DI PESCE DALLA CUCINA, I CONSIGLI PIÙ EFFICACI

pesce fresco congelarlo