Passeggiare in spiaggia
Come camminare in spiaggia: 5 utili molto consigli

Ecco come camminare in spiaggia per avere dei benefici sulla nostra salute. Vediamo alcuni consigli molto utili.

Quando arrivano le belle giornate il primo pensiero è quello di potersi finalmente recare al mare. Al mare non si va solo per fare il bagno o prendere il sole, ma per molti è anche un modo per staccare la spina dopo una giornata di lavoro o un periodo faticoso. Le passeggiate che si fanno in spiaggia sono perfette per la nostra salute sotto molto aspetti: vediamoli.

Camminare in spiaggia: dall’abbigliamento alla scelta della sabbia

[caption id="attachment_7521" align="alignnone" width="740"]Passeggiare in spiaggia Come camminare in spiaggia: 5 utili molto consigli[/caption]

Camminare in spiaggia ci permette non solo di rilassarsi, scaricando lo stress e dandoci un effetto di serenità, ma favorisce anche il sistema cardiovascolare e va a migliorare il flusso sanguigno. Perchè la camminata abbia dei benefici sulla nostra salute dobbiamo sapere come farle nel migliore dei modi.


LEGGI ANCHE: Prendere il sole al mare senza scottarsi: le precauzioni


LEGGI ANCHE: Primo sole: come preparare la pelle all’abbronzatura


  1. Scegliere le ore del giorno giuste: non tutti i momenti sono perfetti per una camminata. Bisogna farla o la mattina presto o al calare del sole, mai nelle ore di picco per evitare scottature e cali di pressione.
  2. Scelta dell’abbigliamento: anche scegliere i vestiti è importante, sempre meglio avere un cappellino con o senza visiera va bene, degli occhiali da sole e applicare sempre la crema solare. Scegliere un abbigliamento comodo. Di solito si deve camminare a piedi scalzi, quindi fare attenzione ad eventuali scogli o rocce per evitare dolori e fastidiosi tagli. Quindi scegliere zone dove sappiamo che non ci sono oggetti taglienti e se dovessimo ferirci subito immergere il piede nell’acqua di mare.
  3. Bere acqua: la camminata può essere anche lunga, quindi meglio avere a disposizione una bottiglia di acqua per mantenere il corpo idratato.
  4. Sabbia asciutta o bagnata: per evitare dolori muscolari, soprattutto se non siamo dei grandi sportivi, meglio camminare sul bagno asciuga dove la sabbia è bagnata e di conseguenza morbida. Inoltre, siccome è una zona con una pendenza avremo che i muscoli della gamba e del piede che si trovano più lontano dall’acqua si piegano meno dell’altro. In questo modo il piede che si trova più lontano dall’acqua appoggia più in alto dell’altro andando a sollecitare tutta la parte, quindi meglio alternare il senso di marcia ogni 15 minuti.
  5. Utilizzare anche gli arti superiori: per avere dei benefici che interessano tutto il corpo bisogna muovere anche le braccia e le mani. Se le teniamo a penzoloni e ferme per molto tempo vediamo che cambiano colore e possono anche gonfiarsi. Questo perchè aumenta la domanda di flusso sanguigno verso il cuore, i polmoni ed i muscoli e diminuisce dalle estremità, come le mani. Quindi meglio muovere anche se non sempre le mani e le braccia mentre camminiamo per facilitare la circolazione del sangue.
[caption id="attachment_7522" align="alignnone" width="740"]Passeggiare in spiaggia Come camminare in spiaggia: 5 utili molto consigli[/caption]