Camomilla: le curiosità che ancora non sapete
Camomilla: benefici e proprietà di una delle piante più utilizzate al mondo

La camomilla è largamente usata da milioni di persone per combattere ansia stress e problematiche legate al sonno. Scopriamo quello che ancora non sapete su questa pianta.

Non tutti sanno che la parola camomilla nasce dal greco e significa mela del terreno. Questo perchè si tratta di una pianta che cresce spontaneamente nel terreno, anche se povero, e il suo gusto rimanda alla mela renetta.

Tutti sanno che la camomilla è in grado di stimolare il rilassamento favorendo un sonno sereno. Generalmente, è utilizzata come infuso da bere prima di andare a dormire o quando ci si sente particolarmente stressati.

Di seguito vi spieghiamo quali sono le proprietà a cui si devono i suoi ormai noti benefici.

Le proprietà della camomilla

Camomilla: le curiosità che ancora non sapete
Camomilla: le curiosità che ancora non sapete

Stando a quanto emerso da uno studio condotto nel 2012 dall’Università della Pennsylvania, la camomilla dona dei benefici non solo sull’umore ma può fungere da vero e proprio sedativo agevolando il sonno grazie alla presenza di apigenina e flavonoidi.

Leggi anche: ANTIBIOTICI NATURALI: ECCO 3 ALIMENTI POTENTISSIMI

Come consumare correttamente la camomilla

Per ottenere il massimo beneficio è fondamentale preparare una corretta infusione.

Questa, infatti, non deve durare più di 3 minuti dal momento che, in caso contrario, saranno ridotti gli effetti rilassanti della pianta. 

L’infuso, inoltre, non va bevuto prima di svolgere attività che richiedono la massima attenzione come ad esempio guidare o lavorare. A causa degli effetti sedativi citati poc’anzi, infatti, potremmo rilevare scarsa capacità di concentrazione.

Non è consigliabile, peraltro, consumarla neppure poco prima di andare a dormire in quanto potrebbe capitare di essere svegliati durante la notte per dover svuotare la vescica, rendendo poi difficile riaddormentarsi di nuovo.

Leggi anche: TE’, TISANA, INFUSO E DECOTTO: QUALI SONO LE DIFFERENZE

E’ fondamentale, dunque, scegliere momenti della giornata in cui non dobbiamo svolgere particolari attività, ritagliandosi uno spazio in cui gustare questa diffusissima bevanda dai potenti effetti.

[caption id="attachment_7118" align="alignnone" width="740"]Camomilla: le curiosità che ancora non sapete Camomilla: le curiosità che ancora non sapete[/caption]