chiusi fuori casa aprire porta
Come aprire la porta chiusa con la chiave inserita dall'interno (Foto di Anja da Pixabay)

Chiusi fuori casa: come aprire la porta con la chiave inserita dall’interno di casa. I suggerimenti pratici.

Rimanere chiusi fuori di casa e per di più con la chiave inserita nella toppa dall’interno non è affatto piacevole. È una di quelle esperienze che nessuno vorrebbe mai fare. Una vera e propria seccatura.

Prima di chiamare il fabbro o i Vigili del Fuoco, però, possiamo provare a risolvere il problema da soli. Tentar non nuoce e se ci riusciamo avremo risparmiato i soldi dell’intervento. Infatti, si paga anche per i Vigili del Fuoco a meno che non siano rimasti chiusi in casa un bambino o un anziano in difficoltà. Ecco come dovete fare, seguendo i nostri consigli.

LEGGI ANCHE: LUBRIFICARE LA SERRATURA DELLA PORTA DI CASA: COME FARE

chiusi fuori casa aprire porta
Come aprire la serratura con la chiave inserita dall’interno (Foto di Schluesseldienst da Pixabay)

Chiusi fuori casa: come aprire la porta con la chiave inserita all’interno

Vi abbiamo dato già alcuni suggerimenti pratici su come aprire dall’esterno una porta blindata con chiavi rimaste nella serratura ma non chiuse a mandata. Qui, invece, vi diamo dei suggerimenti più generali che valgono per ogni tipo di porta.

Per prima cosa, se avete con voi un’altra chiave, potete provare ad aprire la porta con questa. Questo sistema, però, funziona solo con le chiavi a doppia mappa, ovvero quelle che hanno lo stelo, più o meno lungo, e in fondo il pettine, detto anche mappa. Potete provare ad inserire la chiave nella serratura e spingere con un colpo deciso per far cadere la chiave dall’altro lato della porta, dentro casa. Questo sistema però potrebbe non funzionare se la chiave all’interno fosse girata.

Come per la porta blindata, potete usare il vecchio metodo della lastra, se ne avete una a portata di mano, oppure una carta di plastica come la carta di credito o simile. Va bene anche una scheda di plastica dura, ricavata da un flacone di detersivo o dell’acqua distillata. Deve essere, infatti, plastica abbastanza dura che ritaglierete a forma di rettangolo dell’ampiezza di circa una mano. È importante non usare la vostra carta di credito che usate regolarmente, a meno che non si tratti di una carta vecchia e che non usate più. Perché si potrebbe spezzare nel tentativo di aprire la porta.

Quando avrete la vostra scheda, lastra o carta di credito infilatela nella fessura tra il telaio e il corpo della porta, appena sotto la serratura. Inclinatela verso l’alto e spingetela fino a farla entrare nella fessura. Poi piegate la carta o scheda nel senso opposto alla maniglia e in contemporanea tirate verso di voi la porta con uno strattone.

Un altro metodo può essere quello di usare un piccolo cacciavite. Funziona soprattutto con e maniglie a pomello, che tuttavia sono più comuni per le porte interne. In ogni caso, provate a infilare lo stesso il cacciavite, per far cadere la chiave dall’altra parte. Quindi girate il pomello per aprire, oppure usate la chiave di riserva.

Un consiglio per evitare problemi in futuro è quello di installare una serratura a cilindro europeo, in cui la parte esterna e quella interna funzionano separatamente. Così, anche se dovessimo rimanere fuori di casa, con la porta chiusa e la chiave inserita dall’interno, possiamo comunque aprire la porta dall’esterno con un’altra chiave.

LEGGI ANCHE: COME CREARE IL DUPLICATO DI UNA CHIAVE IN POCHE MOSSE

[caption id="attachment_5286" align="alignnone" width="740"]chiusi fuori casa aprire porta Chiusi fuori casa: come aprire la porta con la chiave inserita dall’interno (Foto di Omar Herrera su Unsplash)[/caption]