come lavare trapunte
Lavare le trapunte in modo efficace: i consigli utili (Foto da Pixabay)

Come lavare le trapunte in modo efficace: i consigli utili per una pulizia perfetta.

Con l’arrivo della primavera si fa il cambio stagione negli armadi e si tirano fuori gli abiti più leggeri. Un altro cambio importante è quello delle coperte del letto, si passa dalle più pesanti a quelle più leggere. Solitamente è il copriletto che viene cambiato, da uno di lana, pile o trapuntato si passa a uno più leggero in cotone.

Se anche voi fate questo cambio e avete un copriletto in trapunta dovrete lavarlo prima di riporlo nell’armadio. La maggior parte delle persone porta le trapunte in lavanderia, per una pulizia professionale e completa. Sicuramente la scelta più immediata e facile, ma anche costosa. Se non volete spendere per il lavaggio delle vostre trapunte o volete comunque fare da soli, vi segnaliamo alcuni suggerimenti per lavarle in casa. Ecco cosa dovete fare.

LEGGI ANCHE: DIVANO IN TESSUTO: COME PULIRLO IN MODO EFFICACE

come lavare trapunte
Come avare le trapunte: i consigli utili (Foto di Nathan Bang su Unsplash)

Come lavare le trapunte: i consigli utili

Le trapunte sono coperte pesanti foderate, imbottite di cotone, lana, poliestere anallergico o altro materiale sintetico. Il nome trapunta viene dalle cuciture grandi e regolari, trapuntature, che solitamente passano da una parte all’altra per fissare l’imbottitura. Esistono anche trapunte con cuciture solo su un lato. Le trapuntature seguono un disegno regolare o motivi geometrici.

Queste coperte vengono utilizzate comunemente come copriletto, ci tengono al caldo in inverno e arredano la camera con il loro colore, i disegni o i motivi a fantasia. Possono essere a tinta unica, con le cuciture appena visibili, a fantasia o coloratissime. A differenza del piumino, raramente contiene piume d’oca e soprattutto non è sfoderabile. Per questo motivo, lavarla non è facile, ma non è impossibile.

La prima cosa da fare è leggere l’etichetta con le indicazioni per il lavaggio, per non commettere errori irreparabili. Perché sbagliando lavaggio rischiamo di rovinarla per sempre. Se l’etichetta ci dice che possiamo lavarla solo a secco, dobbiamo rassegnarci e rinunciare a lavare la nostra trapunta in casa e portarla in lavanderia. Solitamente, comunque, i prodotti tessili di buona fattura hanno diverse istruzioni di lavaggio, tra secco e lavatrice.

Se possiamo lavare le nostre trapunte a casa, la soluzione più immediata è quella di metterle in lavatrice, selezionando il programma di lavaggio più indicato. Le trapunte, infatti, sono già da abbastanza pesanti da sole, lavarle a mano, riempiendosi d’acqua, diventa un’impresa titanica.

LEGGI ANCHE: COME PULIRE I LAMPADARI IN TESSUTO: 5 CONSIGLI UTILI

Le lavatrici di oggi ci facilitano il lavoro, perché quelle più aggiornate hanno quasi tutte il programma per piumoni e trapunte, con temperature e tipo di centrifuga dedicati. Non resta dunque che infilare le nostre coperte imbottite nel cestello, piegandole per non rovinare l’imbottitura. Quindi, versare un detersivo pulente ma delicato, preferibilmente ecologico, nella vaschetta o in una pallina da lavatrice e l’ammorbidente nello scomparto apposito. Per igienizzare potete usare un cucchiaino di additivo igienizzante in polvere oppure, per una soluzione ecologica, aggiungere due cucchiai di aceto bianco all’ammorbidente. In ogni caso sono da evitare candeggina e prodotti a base di cloro.

Selezionate il programma e lasciate fare alla lavatrice. Se la vostra macchina non dovesse avere il programma dedicato ai piumoni, potete selezionare quello per i delicati a 30 gradi. Scegliete, invece, il programma per la lana se la trapunta è in questo delicato materiale. Non eliminate la centrifuga, perché è fondamentale per eliminare dalle coperte l’eccesso di acqua.

Smacchiare, risciacquare e asciugare

Se le trapunte presentano delle macchie, è consigliabile eliminarle o trattarle prima di metterle dentro la lavatrice. Potete utilizzare un apposito detersivo smacchiatore industriale oppure farne uno in casa con acqua tiepida, scaglie di sapone di Marsiglia e qualche cucchiaio di aceto di vino bianco. Miscelate il tutto, imbevete una spugnetta pulita nel liquido, strizzatela e passatela sulle macchie. Tamponate con un panno pulito umido di sola acqua. Quindi mettete in lavatrice.

Dopo il lavaggio, le trapunte possono richiedere un ulteriore risciacquo in lavatrice per eliminare tutte le tracce di detersivo. Una procedura semplice ma che richiede grande cura.

Quando le vostre trapunte saranno lavate e risciacquate bene, tiratele fuori dalla lavatrice e mettetele ad asciugare in piano, aperte sopra lo stendino. Non devono essere esposte alla luce diretta del sole e dovrebbero stare in un ambiente fresco e ventilato, non umido, altrimenti non si asciugano più e rischiano di prendere un cattivo odore.

LEGGI ANCHE: COME ORGANIZZARE UNA LAVANDERIA A CASA: ALCUNI CONSIGLI UTILI

[caption id="attachment_4871" align="alignnone" width="740"]come lavare trapunte Trapunta copriletto (Foto di by Francesca Tosolini su Unsplash)[/caption]